8 consigli per mantenere l’intestino regolare durante le vacanze

Capita davvero molto spesso. Sei finalmente partito per le tue vacanze e già la prima sera inizi a sentire la pancia gonfia e qualche crampetto. E nei giorni successivi non può che peggiorare, rovinandoti relax e divertimento. In realtà si tratta di una scocciatura piuttosto semplice da evitare, basta seguire qualche consiglio.
Giulia Dallagiovanna 26 Luglio 2019
* ultima modifica il 22/09/2020

Stai per partire per le tue vacanze. Che tu le abbia prenotate mesi fa o che abbia preso al volo un last minute, non puoi negare che è tutto l'anno che le aspetti. Non vale quindi la pena farsele rovinare da un problema allo stomaco. Eppure, è proprio lì che ti aspetta dietro l'angolo. Orari diversi, cibo diverso, aria condizionata sparata al massimo oppure troppe ore sotto il sole possono provocare stipsi o diarrea. Con relativi crampi e disagio nell'essere assieme ad altre persone, magari nella stessa piccola stanza d'albergo e con un solo bagno a disposizione. A volte però basta davvero poco per scongiurare questa scocciatura, a partire proprio da quello che decidi di mangiare. Ecco 8 consigli per mantenere l'intestino regolare anche in vacanza:

  1. Attento al cibo: assaggiare piatti nuovi è sicuramente parte della vacanza, ma se avverti già un po' di gonfiore alla pancia, non esagerare. Mangiare in modo eccessivo dilata lo stomaco e rischi un'ostruzione. E soprattutto evita gli alimenti che fermentano e producono gas nell'intestino.
  2. Mangia molte fibre: cereali integrali e alimenti ricchi di fibre devono essere presenti nella tua dieta anche in vacanza. Manterranno il tuo apparato regolare ed eviterai sia la costipazione che la situazione opposta.
  3. Bevi molta acqua: capita che in spiaggia o mentre si visita una nuova città ci si dimentichi di bere. Tu invece assicurati di avere sempre una buona scorta d'acqua e ricordati di fare piccoli sorsi. La disidratazione può provocare la stipsi e, una volta a casa, rischierai di soffrire invece di diarrea perché il tuo corpo cerca di liberarsi, in un modo o nell'altro.
  4. Abbronzati con attenzione: non metterti al sole nelle ore più calde e fai una pausa dalla tintarella almeno da mezzogiorno alle 16:00, eviterai scottature ma anche colpi di calore che possono provocare una costipazione.
  5. Fai attenzione agli sbalzi termici: passare dal caldo di una giornata estiva ai 10 gradi di una stanza con l'aria condizionata al massimo non aiuterò il tuo stomaco a stare bene. Questo vale anche per il viaggio. Potresti tenere coperta la pancia con una salvietta o un foulard.
  6. Fai la spesa ogni tanto: mangiare al ristorante è comodo e appaga la gola, ma ogni tanto prova a cucinare qualcosa in casa. Soprattutto se hai in programma una vacanza un po' lunga, è meglio se alterni piatti tipici a insalate miste e macedonie. Magari con frutta e verdura comprate al mercato.
  7. Vai in bagno, senza vergognarti: quando devi andare alla toilette, vai. Anche se ti ritrovi in un'area di sosta, in un bagno pubblico o in una stanza d'albergo con altre persone. Ignorare un'urgenza favorisce la stipsi e l'insorgenza di crampi, che non possono far altro che peggiorare.
  8. Portati i tuoi medicinali di fiducia: soprattutto se hai in programma di andare all'esterno, assicurati di avere con te le classiche medicine da banco che utilizzi quando sei a casa tua. Non è detto infatti che tu riesca a trovarle una volta giunta a destinazione.

Fonte| Assosalute

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.