Alcune zanzare sono attirate da determinati colori solo se stimolate attraverso l’olfatto

Un recente studio pubblicato su Nature ha dimostrato come alcune zanzare siano più o meno attratte da determinati colori solo se nell’ambiente in cui si muovono circola dell’anidride carbonica.
Gaia Cortese 20 Maggio 2022
* ultima modifica il 20/05/2022

Ancora non è del tutto chiaro da cosa esattamente siano attratte le zanzare, nel momento in cui scelgono e arrancano la propria preda, in particolare da quali odori o quali tonalità.

Un recente studio dell’Università di Washington e pubblicato su Nature ha studiato il comportamento delle zanzare per comprendere meglio come riconoscono e localizzano determinati oggetti e di conseguenza anche i loro ospiti umani.

Le zanzare tracciano gli odori, localizzano gli ospiti e trovano visivamente i propri simili. Il colore di un alimento o di un fiore, o un ospite a sangue caldo, può essere dominato da lunghezze d'onda dello spettro della luce visibile (dal verde al rosso per gli esseri umani) e questo fattore può essere particolarmente importante per il riconoscimento e la localizzazione degli oggetti.

L’esperimento condotto dai ricercatori è stato semplice: per quantificare il comportamento di oltre 1,3 milioni di traiettorie di zanzare è stato utilizzato un sistema di tracciamento 3D e una galleria del vento per controllare l'ambiente olfattivo e visivo.

Senza alcun stimolo olfattivo, i colori alle zanzare siano indifferenti.

Lo studio ha evidenziato come, senza alcun stimolo olfattivo, i colori siano indifferenti alle zanzare; diversamente, è sufficiente  che nell’aria circoli della CO2 per portare questi insetti ad essere molto attratti da specifiche bande spettrali, comprese quelle che gli esseri umani percepiscono come ciano, arancione e rosso. Da notare che la sensibilità all'arancione e al rosso è correlata alla forte attrazione delle zanzare per lo spettro cromatico della pelle umana, che è dominato proprio da queste lunghezze d'onda.

Questi risultati dimostrano che l'odore è fondamentale per le preferenze delle zanzare ad una lunghezza d'onda piuttosto che un’altra e che il sistema visivo delle zanzare può essere ulteriormente studiato allo scopo di inibire la loro attrazione verso gli ospiti umani.

Per gli insetti che pungono, come le mosche tse-tse o per l’appunto le zanzare, la vista gioca un ruolo essenziale in  diversi comportamenti, tra cui il controllo del volo, il tracciamento degli oggetti per la ricerca dell'ospite o del nettare e la localizzazione dei siti adatti a deporre le uova. Gli stimoli visivi che mediano questi comportamenti sono integralmente legati ad altri segnali relativi all'ospite, come l'odore e il calore.

È noto da tempo che le zanzare sono attratte da oggetti scuri e ad alto contrasto, e alcuni odori possono stimolare comportamenti di ricerca visiva nelle zanzare Aedes aegypti. Questa specie non è attratta da oggetti neri in assenza di CO2, ma se accade il contrario può iniziare ad essere molto attratta da tali oggetti.

Il modo in cui gli odori influenzano questa attrazione rimangono ancora poco chiari e finora pochi studi hanno esaminato queste preferenze, tra l’altro con risultati abbastanza contraddittori, ma un ulteriore passo avanti nello studio di questi insetti è stato fatto.

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.