Bocca urente: come mai puoi avvertire dolore anche senza una causa apparente

Potresti avere vari problemi che ti danno dolore alla bocca a partire da semplici afte. Ma quando la bocca ti duole e non ci sono apparenti problemi? Potrebbe essere un caso di bocca urente, ossia di dolore alla bocca anche se apparentemente sembra non esserci una causa evidente. E quindi da dove arriva questo problema? E come si cura?
Valentina Danesi 3 Maggio 2021
* ultima modifica il 03/05/2021

Hai mai sentito parlare di bocca urente? Forse un modo di chiamare un problema che già ti fa un po’ capire di cosa si tratta, ossia un’infiammazione alla bocca. Il sintomo principale è un dolore diffuso, ma senza che tu possa vedere lesioni, piccoli taglietti o altre alterazioni particolari. Quindi, qual è la causa? Approfondiamo insieme.

Cos’è

In sostanza stiamo parlando di dolore alla bocca. Sì, proprio nel cavo orale, anche se apparentemente non ci sono afte o vescicole. Insomma, quando sembra non esserci una causa evidente. Questo problema colpisce, in particolare, le donne sopra 50 anni.

La sindrome della bocca urente la si può notare spesso in associazione, quindi al contempo, con disordini psicosomatici. In questi casi ti accorgerai anche che le tue ghiandole salivari non funzionano come dovrebbero. Accade, ad esempio, quando si entra in menopausa e i flussi ormonali, ad esempio il livello degli estrogeni, sono alterati.

Le cause

Ecco una lista di tutte quelle che potrebbero essere le cause se soffri di bocca urente:

  • alterazioni o modificazioni ormonali
  • diabete
  • assunzioni di farmaci
  • mancanze o deficit nutrizionali 
  • reflusso
  • protesi mobili
  • allergia ai materiali
  • stress

I sintomi

Ma come puoi accorgerti di soffrirne? O come puoi aiutare un familiare o un amico a capire che il male che sta provando potrebbe essere un episodio di bocca urente? Prima di tutto, presta attenzione alle sensazioni principali: bruciore diffuso, formicolio e in qualche caso intorpidimento della bocca, più nello specifico della lingua, delle labbra e del palato. Inoltre, potresti anche notare delle differenze nella percezione del gusto.

La diagnosi 

Sicuramente alcune domande che ti porrà il medico e l’osservazione della bocca saranno già un’ottima prima analisi, funzionale alla diagnosi. Ma se vorrete vederci più chiaro, ecco alcuni esami che potranno essere utili:

  • ricerca di fattori ematici di infiammazione specifici
  • alcuni possibili deficit nutrizionali
  • possibilità di ricercare infezioni del cavo orale 
  • test allergici

La cura e i rimedi

Come ti abbiamo, detto è difficile capirne la causa. Quindi, allo stesso modo, sarà difficile stabilirne la cura. Nel caso non si riuscisse esistono però degli stratagemmi per alleviare il dolore come cubetti di ghiaccio, l’assunzione con una certa frequenza di acqua e gomme da masticare o caramelle per favorire la salivazione, così come l’assunzione di vitamina C e B.

Fonte| Humanitas

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.