Bonus attività fisica 2022: come funziona e chi lo può ottenere

Un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate ha reso ufficiale il bonus attività fisica, riferito al periodo tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2022. È rivolto a chi ha dovuto seguire un percorso di riabilitazione o svolgere esercizi fisici per migliorare le proprie condizioni di salute. Vediamo insieme come presentare la richiesta.
Giulia Dallagiovanna 17 Ottobre 2022
* ultima modifica il 18/10/2022

Se durante l'anno in corso hai dovuto svolgere dell'attività fisica adattata (A.F.A.), vale a dire necessaria per migliorare la vita di chi presenta patologie croniche o disabilità fisiche, potresti beneficiare di un bonus per il rimborso delle spese sostenute. Il provvedimento è già stato firmato dall'Agenzie delle Entrate e il governo ha messo a disposizione un fondo da 1,5 milioni di euro. Il valore del credito di imposta, però, sarà stabilito entro il 25 marzo sulla base di tutte le richieste inoltrate.

Cos'è e come funziona

Il bonus attività fisica è stato concepito sotto forma di credito di imposta. Sarà destinato a tutte le persone che hanno dovuto svolgere esercizi specifici, sotto la guida di un professionista, al fine di migliorare le proprie condizioni di salute. Si parla quindi di percorsi di riabilitazione o pensati per chi ha difficoltà motorie. L'agevolazione, introdotta dalla Legge di Bilancio 2022 (art.1, comma 737) aiuterà a coprire del tutto o in parte le spese documentate e sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022.

Il bonus, quindi, si riferisce ai “programmi di esercizi fisici, la cui tipologia e la cui intensità sono definite mediante l’integrazione professionale e organizzativa tra medici di medicina generale (MMG), pediatri di libera scelta (PLS) e medici specialisti e calibrate in ragione delle condizioni funzionali delle persone cui sono destinati, che hanno patologie croniche clinicamente controllate e stabilizzate o disabilità fisiche e che li eseguono in gruppo sotto la supervisione di un professionista dotato di specifiche competenze, in luoghi e in strutture di natura non sanitaria, come le ‘palestre della salute', al fine di migliorare il livello di attività fisica, il benessere e la qualità della vita e favorire la socializzazione".

Chi lo può richiedere

Può presentare la richiesta chiunque aderisca ai criteri indicati nel paragrafo precedente. La persona, cioè, che risulta affetta da una patologia cronica o da una disabilità fisica e che, per il miglioramento delle sue condizioni di salute e del sue benessere psicofisico, ha necessità di svolgere un'attività fisica adattata. Gli esercizi possono avvenire anche in gruppo e in luoghi o strutture non sanitarie, purché siano eseguiti sotto la supervisione di un professionista certificato.

Tra le condizioni di salute che permettono l'accesso al bonus troviamo ad esempio:

Come presentare la richiesta

Se possiedi i requisiti richiesti, o se tuo figlio può ottenere il bonus, potrai presentare la richiesta dal 15 febbraio al 15 marzo 2023. Come per altre agevolazioni, anche in questo caso la domanda si deve effettuare attraverso la tua area riservata sul sito dell'Agenzia delle Entrate. Una volta inoltrata, entro qualche giorno riceverai una notifica di presa in carico oppure di rifiuto. In quest'ultimo caso, ti informeranno anche rispetto alle motivazioni del rigetto. Il bonus sarà poi utilizzabile nella dichiarazione dei redditi che effettuerai il prossimo anno, rispetto ai redditi del 2022.

Fonte| Agenzia delle Entrate

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.