Caduta dei capelli in autunno? Ecco cosa mangiare per prevenirla

In autunno cadono le foglie e… anche i capelli! In parte è un processo fisiologico di ricambio, ma talvolta può essere favorito da un’alimentazione scorretta, che intossica l’organismo. Scopri cosa mangiare (e cosa no) per preservare la salute e la bellezza della tua chioma soprattutto durante il cambio di stagione.
Paola Perria 15 Ottobre 2018

Da 1 a 10 quanto ci tieni ai tuoi capelli? Donna o uomo che tu sia, è molto probabile che abbia in mente una cifra molto vicina al massimo. Che ci vogliamo fare? Da sempre una capigliatura folta, lucida, sana e ben acconciata è simbolo di bellezza, di cura della persona e di salute. Ti parlo proprio di salute perché l'analisi del capello, oltre alla sua estetica, permette ad uno specialista – un tricologo o comunque un dermatologo – di capire molto della nostra condizione "interna".

Per questa ragione è importante nutrire i capelli fornendo loro le sostanze di cui necessitano per crescere. Sai di cosa è fatto un capello? Di cheratina e di melanina, le proteine che danno struttura e colore, di acqua e minerali. Anche la chioma più sana e "leonina" tende a indebolirsi in autunno, quando i capelli cadono in abbondanza – proprio come le foglie dagli alberi – per il fisiologico ricambio stagionale. Non devi preoccuparti di questa caduta, perché i capelli ricresceranno se non ci sono altri fattori che contribuiscono ad indebolirli.

Però puoi stimolare la ricrescita e accelerare i tempi di rigenerazione anche solo attraverso un'alimentazione mirata. Ci sono cibi "amici" dei capelli, perché contengono proprio quelle sostanze di cui sono fatti, e cibi che invece contrastano la crescita andando a favorire le infiammazioni del bulbo. Perciò, visto che siamo in periodo, vediamo una bella lista degli alimenti su cui puntare per una chioma al top.

Cibi amici dei capelli

Vitamine e minerali sono essenziali per la salute dei tuoi capelli
  • Proteine animali. Ti consiglio soprattutto quelle contenute nella carne bianca – pollame, tacchino, coniglio – nelle uova e nei frutti di mare. Contengono minerali tra cui rame, silicio, zinco, ferro e manganese, che sono necessari per la formazione della cheratina e soprattutto aminoacidi essenziali, precursori delle proteine del capello. Nella carne, nel pesce e nelle uova trovi anche la vitamina B12, indispensabile per la crescita dei tessuti.
  • Cavoli. Mi riferisco a tutti quelli della famiglia delle crucifere: broccoli, cavolfiori, verze, cavolini di Bruxelles. Sono ricchi di oligoelementi, tra cui il manganese già citato, che serve per proteggere il bulbo pilifero e il fusto del capello dai danni dello stress ossidativo che li fa cadere anzitempo.
  • Carote, albicocche, pesche, zucca e tutta la frutta e gli ortaggi di colore giallo-arancio. Sono ricchi di betacarotene, un pigmento precursore della vitamina A, che protegge la salute del capello.
  • Olio extravergine d'oliva. Fonte eccellente di vitamina E, altra sostanza protettiva del capello e della salute del cuoio capelluto.
  • Yogurt e probiotici. Fanno bene all'intestino e favoriscono il corretto assorbimento delle sostanze nutritive contenute nei cibi amici.
  • Uova, cereali integrali, lievito di birra, funghi, fegato e verdure a foglia verde. Sono tutte ottime fonti di folati e vitamine del gruppo B, che favoriscono la circolazione sanguigna del cuoio capelluto, in modo che i bulbi piliferi risultino sempre ben irrorati e nutriti. Inoltre le vitamine B5 e B6 stimolano la produzione naturale di melanina prevenendo il processo di incanutimento.
  • Agrumi, fragole, peperoni, kiwi, pomodori e verdure a foglia verde e peperoncino rosso. Contengono vitamina C, potente antiossidante naturale che combatte l'invecchiamento cellulare e mantiene giovani e in salute sia la pelle che i capelli.
  • Acqua. Anche l'idratazione è cruciale per mantenere al meglio le nostre chiome. Capelli inariditi,  che si spezzano, e una cute secca sono sintomo di insufficiente idratazione, condizione che se protratta nel tempo può danneggiare seriamente la tua capigliatura. Bevi almeno 8 bicchieri d'acqua al giorno e mangia frutta e verdura in abbondanza.

Cibi nemici dei capelli

Troppi dolciumi producono stress ossidativo e danneggiano i capelli

Ok, forse nemici è una parola grossa, ma attenzione agli alimenti che sto per citarti: consumati in eccesso, soprattutto nel periodo di ricambio stagionale quando la tua chioma è già più fragile del normale, favoriscono la caduta dei capelli e rallentano o contrastano il processo di rigenerazione. Pertanto, occhio a:

  • Dolci. Ebbene sì, devi ridurre la quantità di cibi zuccherini che favoriscono lo stress ossidativo tanto dannoso per le tue chiome e non ti apportano sostanze nutritive di qualità. Mi riferisco in particolare a torte, merendine, biscotti, cioccolatini e gelati, soprattutto se industriali.
  • Bevande alcoliche. Magari un bicchiere di vino rosso o una birra chiara ogni tanto fanno pure bene, ma attenzione, soprattutto se sei donna l'alcool produce effetti dannosi sul tuo organismo, intossicandolo. Per tale ragione concediti un drink giusto in qualche occasione eccezionale, ma per il resto evita bevande alcoliche e in particolare metti al bando i superalcolici se vuoi mantenere in salute corpo e capelli.
  • Cibi in scatola. Tutto ciò che è stato sottoposto a processi di conservazione industriale contiene additivi in parte tossici per il tuo corpo. Consuma il meno possibile scatolame, cibi affumicati, precotti e insaccati. Proteggerai la bellezza della tua capigliatura e salvaguarderai la funzionalità del tuo fegato.

Ora che sai sai tutto non ti resta che fare la lista della spesa. L'autunno è una stagione ricca di prodotti straordinari che ti apportano proprio le sostanze di cui hai bisogno per ridurre al minimo gli effetti negativi sui tuoi capelli. Approfittane!