Che cos’è la MOC e quando si esegue questo esame medico

La MOC è l´esame che misura la massa ossea (o densità minerale ossea), cioè la quantità di minerali (in grammi) contenuti nel tuo scheletro. Attraverso questo strumento è possibile diagnosticare precocemente l’osteoporosi e soprattutto monitorare la salute delle tue ossa, che con l’età tendono a diventare più fragili.
Valentina Rorato 15 Settembre 2021
* ultima modifica il 15/09/2021

La MOC, acronimo che sta per Mineralometria Ossea Computerizzata, è un esame per misurare la quantità di minerali (calcio) presente nelle ossa. È molto utile per verificare la salute del tuo scheletro e soprattutto per diagnosticare o monitorare l’osteoporosi. Ma come si svolge?

Che cos’è

La MOC è un esame che permette la scansione della densità ossea utilizzando raggi X a bassa dose per vedere quanto sono dense (o forti) le tue ossa. Potresti aver sentito chiamare questo esame come MOC/DEXA. È utilizzata per diagnosticare o valutare il rischio di osteoporosi, una condizione patologica che indebolisce le ossa e le rende più soggette a rotture.

Quando farla

Le persone che devono sottoporsi alla MOC sono coloro che hanno potenzialmente ossa fragili. Come:

  • Gli over 50 con rischio di sviluppare osteoporosi
  • Gli under 50 anni con altri fattori di rischio, come il fumo o una precedente frattura ossea
  • Tutte le donne over 65 anni (ogni due anni) o dopo 10 anni dall’inizio della menopausa
  • Gli uomini over 70

L'osteoporosi può colpire chiunque a qualsiasi età, anche se le donne anziane in post menopausa sono particolarmente a rischio. Come mai? Tutta colpa degli estrogeni, che diminuiscono dopo la menopausa, determinando una densità ossea inferiore. Più le tue ossa sono dense, più sono forti e meno probabilità hai che si rompano.

Come si esegue

Durante la MOC, un tipo speciale di raggi X chiamato assorbimetria a raggi X a doppia energia viene passato attraverso il tuo corpo. Tutte queste parole difficili, che solo i tecnici comprendo, vengono abbreviate con la sigla DEXA. Alcune radiazioni vengono assorbite dall'osso e dai tessuti molli e altre passano attraversano il corpo.

I rivelatori speciali nella macchina DEXA misurano la quantità di radiazioni che passa attraverso le ossa e queste informazioni vengono inviate a un computer. Le tue misurazioni della densità ossea saranno confrontate con la densità ossea di un giovane adulto sano e di un adulto della tua età, sesso ed etnia. Non devi preoccuparti, perché è un esame molto sicuro. Le radiazioni sono basse. Per darti un’idea, una radiografia del torace è decisamente più forte.  Inoltre, quando si esegue una MOC, non è necessario entrare in un tunnel o fare un'iniezione.

Ti dovrai sdraiare sulla schiena su un tavolo a raggi X piatto e aperto. Dovrai rimanere molto fermo durante l’esame in modo che le immagini non siano sfocate. Un grande braccio meccanico verrà passato sul tuo corpo per misurare la densità ossea al centro dello scheletro. Questo strumento analizzerà poi altre zone, come l’anca, o la parte inferiore della colonna vertebrale o dell’avambraccio. L'esame richiede solitamente da 10 a 20 minuti. Potrai tornare a casa dopo averlo fatto.

Risultati

Come si leggono i risultati della MOC? Come abbiamo detto, una scansione della densità ossea confronta la tua densità ossea con la densità ossea prevista per un giovane adulto sano o un adulto sano della tua età, sesso ed etnia.

La differenza tra la tua misurazione e quella di un giovane adulto sano è nota come punteggio T, mentre quella tra la tua misurazione e quella di una persona della stessa età è nota come punteggio Z.

L'  Organizzazione Mondiale della Sanità classifica i punteggi T come segue:

  • sopra -1 è normale
  • tra -1 e -2,5 è definita come densità minerale ossea (BMD) leggermente ridotta rispetto al picco di massa ossea (PBM)
  • uguale o inferiore a -2,5 DS è definita come osteoporosi

Se il tuo punteggio Z è inferiore a -2, la tua densità ossea è inferiore a quella che dovrebbe essere per una persona della tua età.

Controindicazioni

La Moc è controindicata in gravidanza (o sospetta gravidanza) e ai soggetti sottoposti a fusione spinale o ai pazienti che hanno appena effettuato esami radiologici con impiego di mezzo di contrasto.

Fonte | Humanitas

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.