Come correggere il sorriso gengivale

Il sorriso gengivale rappresenta uno degli inestetismi estetici più diffusi a livello dentale. Pur non dando problemi di tipo funzionale, chi ha un gummy smile preferisce correggerlo proprio perché viene considerato ben lontano dall’essere un sorriso perfetto. Il sorriso gengivale infatti rappresenta più che altro un problema di tipo psicologico diventando spesso motivo di ansia nel rapporto con gli altri. Vediamo perché alcune persone hanno un sorriso gengivale e quali sono i rimedi per migliorarlo.
Dott. Fabio Cozzolino Specialista in Implantologia e Parodontologia
31 Dicembre 2020 * ultima modifica il 31/12/2020

Il sorriso gengivale è caratterizzato da sovraesposizione delle gengive superiori durante il sorriso. Esistono diversi livelli di severità del sorriso gengivale, classificati in base alla quantità di gengiva mostrata. In genere un gummy smile viene definito lieve quando sono mostrati da due a quattro millimetri di gengiva; moderato quando i millimetri vanno da 4 a 6; grave quando si superano i sei millimetri.

Chi ha un sorriso gengivale

Le cause e i fattori che portano una persona ad avere un sorriso gengivale sono diverse:

  • eccessiva attività del muscolo elevatore del labbro superiore. In questo caso quando si ride, il muscolo orbicolare che sostiene Il labbro superiore tira troppo su il labbro mostrando una quantità maggiore di gengiva;
  • ridotta esposizione della superficie dentale che fa risaltare particolarmente le gengive;
  • quantità eccessiva di gengiva;morso profondo, in questo caso gli incisivi dell’arcata superiore superano quelli inferiori più del dovuto mostrando una porzione di gengiva superiore.C

Come si può correggere

Molti pazienti vivono male il proprio sorriso gengivale tanto da volerlo correggere. Per migliorare il gummy smile è possibile seguire diverse strade terapeutiche in base al caso specifico.

C’è la soluzione chirurgica con cui abbassare la gengiva e l’osso sottostante. Durante l’operazione viene rimosso l’osso intorno ai denti, vengono eliminate eventuali sporgenze e riposizionati i tessuti gengivali. Successivamente i denti devono essere devitalizzati e incapsulati con corone dentali. L’intervento è assolutamente indolore in quanto svolto in anestesia locale.

Un’altra soluzione per risolvere il problema del sorriso gengivale è la gengivectomia estetica con cui si interviene sulla mucosa dei denti centrali e sui muscoli del labbro superiore.

Il gummy smile può essere corretto anche attraverso l’ortodonzia intrudendo i denti. Quando un dente si sposta infatti, sia l’osso che la gengiva lo seguono nello spostamento e in questo caso è possibile utilizzare l’apparecchio linguale senza attacchi che risulta totalmente invisibile dall’esterno. Inoltre riduce al minimo le alterazioni fonetiche o le piccole lesioni sulla lingua perché non prevede l’utilizzo dei brackets linguali.

Faccette dentali

Le faccette dentali sono molto usate per migliorare l’estetica del sorriso. Nel caso del gummy smile possono aiutare a rendere ancora più bello il risultato ottenuto con uno dei trattamenti messi in atto per correggere il sorriso gengivale. Con le faccette dentali in disilicato di litio, inoltre, è possibile allungare i denti migliorandone l’estetica nel caso in cui risultassero ancora poco visibili o troppo corti rispetto alla posizione del labbro inferiore.

Le iniezioni di botulino servono?

La tossina botulinica può essere usata anche per tentare di migliorare il sorriso gengivale. Il botulino iniettato alla radice del naso rilassa il muscolo orbicolare facendo perdere forza ed elasticità ai muscoli elevatori che non saranno più in grado di sollevare del tutto il labbro superiore.

Per molti le iniezioni di botulino possono sembrare il rimedio ideale per il sorriso gengivale, sicuramente più semplice e meno invasivo di quelli descritti in precedenza. Tuttavia si tratta di una soluzione temporanea. L’effetto della tossina botulinica infatti ha una durata di 6 mesi al massimo dopodiché, se non si procede con una nuova iniezione, si ritorna ad avere un sorriso gengivale.

Chi sceglie questa strada quindi deve essere consapevole che per mantenere il risultato deve sottoporsi periodicamente a iniezioni di botulino.

Il gummy smile nei bambini va sempre corretto?

Non è insolito vedere dei bambini con il sorriso gengivale. In questo  caso prima di cercare una soluzione per correggere questo inestetismo è consigliabile attendere che si completi il percorso di crescita e sviluppo delle ossa mascellari. Spesso infatti la situazione si assesta con la crescita, in caso contrario è possibile procedere con uno dei trattamenti previsti.

Odontoiatra parodontologo e implantologo, iscritto all’ordine il 23/06/1997 con N° TO 1968. Fondatore di Zerodonto, blog di odontoiatria con cui ha altro…
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.