Come curare ed evitare i calli: i comportamenti a cui fare attenzione

È capitato a tutti di avere, su mani o piedi, almeno un callo nell’arco della vita. Ma da cosa sono causati e come possiamo evitare che si formino ancora?
Valentina Danesi 26 Novembre 2021
* ultima modifica il 26/11/2021

Li conosciamo bene perché è difficile che non si formino mai nell’arco della vita: stiamo parlando dei fastidiosi calli. Si tratta nello specifico di piccole lesioni e, come probabilmente ben saprai, li puoi trovare più facilmente su quei tratti di pelle che vanno più spesso incontro a sfregamento, come il palmo delle tue mani, la punta delle dita o le piante dei piedi. Non è nulla di grave, naturalmente, ma solo un piccolo disturbo che può risultare antiestetico. Vediamo allora come si possono curare.

come curare i calli

Cosa sono 

calli non sono altro che una tipologia di lesioni. Le puoi trovare principalmente sul palmo delle mani, sulla pianta dei piedi e tra le dita. Avrai notato, o ti avranno detto, che di solito sono il risultato di sfregamenti e pressioni. Ma ci sono malattie, come il diabete, o episodi come un'intossicazione che ne possono favorire l'insorgenza.

Come puoi fare per riconoscerli? Normalmente hanno dei bordi irregolari, e sono rugosi, opachi, ma soprattutto molto duri. Di solito non fanno male, ma molto dipende dalla posizione in cui si formano. Se infatti si trovano sotto la pianta del tuo piede, potrebbero renderti più difficile camminare.

La cura

Come puoi curare i calli? Esiste uno strumento apposito che ti può aiutare a rimuoverli, così come delle calzature specifiche ad azione esfoliante. Ma tieni presente che quando risultano molto duri o profondi, non è consigliato fare nulla senza l'intervento di un podologo. Meglio allora agire sulla prevenzione: come puoi evitare che si riprensentino?

Le cause e i rimedi

Abbiamo detto che le cause principali sono varie, capiamo insieme come rimediare con qualche consiglio.

Botte o pressione

Se le scarpe che hai acquistato sono eccessivamente piccole il risultato è che il piede è costretto a stare in uno spazio angusto, viene pressato. E i movimenti che compie durante la camminata fanno sì che la pelle venga compressa. Quindi, presta particolare attenzione all’acquisto delle calzature e scegline di morbide e comode.

Sfregamenti

Così come non vanno bene le scarpe troppo piccole, allo stesso modo non è bene comprare scarpe grandi o larghe, perché anche lo sfregamento della pelle favorisce la comparsa dei calli. Se infatti lo strato più esterno del derma si lacera, poi dovrà anche ricrescere ed è probabile che si riformi con una consistenza più dura per far fronte al continuo attrito.

L’igiene

Anche l’igiene è molto importante. Quindi oltre a lavare bene i piedi, ad asciugarli con attenzione (perché anche l’umidità danneggia l’epidermide) presta attenzione al cambio quotidiano delle calze. Inoltre, abbi cura di accertarti chenon siano così rigide da incentivare un movimento sbagliato del piede all’interno della scarpa.

Ma non solo:

  • effettua spesso dei pediluvi che aiutano la pelle ad essere morbida ed elastica
  • non dimenticare che anche i piedi hanno bisogno di creme idratanti di quando in quando
  • un ultimo aiuto ti può arrivare da cerotti specifici e plantari composti da materie morbide

Se già segui questi consigli. parlane con il tuo medico di fiducia per escludere altre cause più serie come, appunto, diabete o intossicazioni.

Fonte| Humanitas

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.