Come curare la stomatite, un’infiammazione fastidiosa che colpisce la bocca

L’infiammazione della bocca può essere molto dolora e, purtroppo, non c’è una terapia risolutiva. E’ importante comprendere la causa della stomatite e possibilmente utilizzare alcuni farmaci e i rimedi naturali per ridurre i sintomi ed evitare eventuali complicazioni.
Valentina Rorato 21 novembre 2019
* ultima modifica il 21/11/2019

L’infiammazione che colpisce la bocca, dall’interno delle guance alle gengive, dalle labbra al palato, è nota come stomatite. I sintomi sono diversi, come le afte, ovvero delle ulcere tondeggianti e molto dolorose, le cheiliti o la gengivite. Questo disturbo può essere cronico o acuto e ne soffrono in ugual misura gli uomini e donne.

Ti spazzoli i denti e le gengive sanguinano? Ti si formano dei taglietti agli angoli della bocca o fatichi a mangiare perché hai delle papule dolorose sulle labbra? Tutti questi problemi possono essere definiti stomatite e purtroppo vanno curati perché possono favorire disidratazione e malnutrizione. Da che cosa dipendono? Le cause possono essere un calo delle difese immunitarie, un periodo di forte stress, una scarsa igiene orale o un’infezione batterica, virale o fungina.

I farmaci

Non sono molti i farmaci che si possono utilizzare per la cura della stomatite. Di solito sono prodotti utili a ridurre i sintomi. I più indicati sono i collutori specifici, per cui ci vuole la prescrizione medica, a base di desametasone (cortisone), tetraciclina (antibatterico), nistatina (antibiotico) e difenidramina (antistaminico). Possono essere utili anche degli antinfiammatori, in pomata o in gel, che puoi applicare nella zona dolorante. I principi attivi più indicati sono il desametasone, il triamcinolone e l'amlexanox. Poi ovviamente a seconda dell’origine della malattia potrebbe essere consigliata una terapia più forte per via orale.

I rimedi naturali

I rimedi naturali sono molto utili in caso di stomatite, perché aiutano a ridurre i sintomi e a gestire meglio il disturbo, evitandoti per esempio di saltare i pasti o di mangiare male per non soffrire a causa del dolore. Vuoi sapere quali sono le piante più efficaci? Androgafis, astragalo, echinacea, eleuterococco, vischio, uncaria, cordyceps, aglio, aloe gel, uurcuma sono degli immunostimolanti che potrebbero servirti per prevenirne l’insorgenza: puoi fare delle tisane o degli sciacqui con degli infusi, possibilmente tiepidi. Sono ottimi per rigenerare le mucosa che l’aloe, che trovi commercializzata in gel e tintura, ma anche la calendula.

Ricordati che questa manifestazioni cutanee possono essere associate a carenze di vitamine, quindi assumere degli integratori alimentari a base di vitamina C, B e D può essere d’aiuto. Infine, non devono mancare i probiotici. Si dice che l’intestino sia il nostro secondo cervello e che la salute del corpo dipenda proprio dalla salute dell’intestino: potenzia i batteri buoni, soprattutto nei periodi di forte stress, facendo il pieno di bifidobatteri e lattobacilli.

Cosa mangiare e cosa evitare

Fare attenzione a cosa mangiare è sempre importante, motivo in più se soffri di ulcere della bocca. La dieta ti deve servire non solo per avere la giusta dose di energia per “vivere” (il cosiddetto metabolismo basale) ma anche per fare il pieno di quei nutrienti che possono evitarti numerosi problemi di salute: la scelta migliore quindi è una dieta ricca, ben equilibrata, possibilmente non troppo calorica e che si rifaccia ai principi della dieta mediterranea.

Consuma tanta frutta e verdura, al fine di assumere vitamine del gruppo C, B e D, pesce, carne, cereali, legumi e frutta secca, per avere riserve di ferro e zinco. Non dimenticarti di yogurt, tofu, tempeh e prodotti caseari fermentati per i probiotici. Devi invece evitare di mangiare e bere gli alcolici, il caffè, i cibi piccanti, che possono irritare la bocca ma anche l’intestino, e ovviamente il glutine se soffri di celiachia.

Come prevenire la ricomparsa

Prevenire la ricomparsa non è semplice. Purtroppo l’insorgere della stomatite è spesso improvvisa e inaspettata, soprattutto in caso di afte. Certo, fare attenzione al proprio stile di vita è importante: devi evitare quanto più possibile lo stress, mangiare e dormire bene, non bere l’alcol (se non con la dovuta moderazione), non fumare e fare un po’ di movimento. Devi, inoltre, fare molta attenzione all’igiene orale: lava bene i denti dopo ogni pasto, cambia lo spazzolino ogni due massimo tre mesi, prendi appuntamento per un’igiene orale professionale ogni anno.

Fonti | Mds Manuals; Medical Guide line

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.