Come fare quando il sudore causa dermatite e come prevenirlo

Sudare fa bene alla salute ed è un meccanismo naturale, ma quando il sudore irrita la pelle, causando una dermatite molto fastidiosa, probabilmente c’è qualcosa che non va. Non ti devi spaventare perché è un disturbo lieve, che si manifesta soprattutto con il caldo e puoi curare principalmente facendo attenzione allo stile di vita.
Valentina Rorato 16 Luglio 2020
* ultima modifica il 17/09/2020

La dermatite da sudore può essere una vera e propria piaga per chi ne soffre. Principalmente si manifesta con il caldo, infatti è chiamata anche eruzione da calore, ma ci sono persone che lottano tutto l’anno con questo rash cutaneo, che si presenta principalmente sotto le ascelle, sulla pianta dei piedi, ma anche sul collo e in quelle zone in cui la pelle tende a sfregare, tutto l'anno.

Che cos’è

La dermatite da sudore non è un disturbo che colpisce solo i bambini. Chiamata eruzione da calore e miliaria, per i piccolini, si manifesta anche negli adulti, specialmente durante il periodo estivo, quando il clima è caldo e umido. Nella maggior parte dei casi è un problema fastidioso, che tende però a risolversi da solo. Per le forme più gravi  possono essere necessarie delle cure mediche, per alleviare i sintomi e raffreddare la pelle. È più frequente tra chi soffre di dermatite atopica.

Cause

Non è chiaro perché alcune persone soffrano di dermatite da sudore e altre no. I dotti delle ghiandole sudoripare possono ostruirsi se si verifica un'eccessiva sudorazione e tale sudore non può evaporare da un'area specifica. Per questo motivo le zone più colpite sono il collo, le ascelle, l’inguine o la pianta dei piedi. Talvolta, può essere scatenata dagli indumenti che indossi, se sono troppo stretti o sintetici, che non permettono l'evaporazione del sudore, o dalle scarpe (quella da ginnastica, per esempio, possono creare un microclima favorevole al disturbo). Fai attenzione anche a creme o lozioni pesanti (molto grasse) perché possono ostruire i condotti del sudore

Per i piccoli è diverso, perché hanno ghiandole sudoripare immature che non sono in grado di rimuovere efficacemente il sudore che producono. Possono sviluppare eruzione di calore se sono esposti a climi caldi, se sono troppo vestiti o hanno la febbre. Per questo motivo devi fare in modo che il bimbo sia sempre al fresco. Infine, l'eruzione di calore può verificarsi come effetto collaterale di alcuni farmaci (ad esempio clonidina)

Tipi di eruzioni cutanee di calore

I tipi di dermatite da sudore sono classificati in base alla profondità dei dotti del sudore bloccati.

  • Miliaria cristallina: è la forma più lieve di eruzione di calore e colpisce i dotti del sudore nello strato superiore della pelle. È contrassegnata da vesciche e protuberanze (papule) chiare e piene di liquido che si rompono facilmente.
  • Miliaria rubra: si presenta più in profondità nella pelle. Segni e sintomi includono protuberanze rosse, prurito o pizzicore nell'area interessata. Talvolta appare come una scottatura.
  • Miliaria pustulosa: occasionalmente, le sacche contenenti liquido (vescicole) della miliaria rubra si infiammano e si riempiono di pus (pustolosa).
  • Miliaria profunda: è una forma meno comune di eruzione di calore. Colpisce il derma, uno strato più profondo di pelle. Il sudore trattenuto fuoriesce dalla ghiandola sudoripare nella pelle, causando lesioni compatte color carne che ricordano la pelle d'oca.

Sintomi

Gli adulti sviluppano eruzioni cutanee nelle pieghe della pelle (soprattutto sotto le ascelle o dove sfregano le cosce) e dove gli indumenti causano attrito. Nei neonati, l'eruzione cutanea si manifesta principalmente sul collo, sulle spalle e sul petto.

Cura

La prima cura è raffreddare quanto più possibile la pelle: quindi usa abiti leggeri e traspiranti, non usare lozioni o creme e rinfrescati con delle docce (più di una nella stagione calda). Il trattamento medico per l'eruzione di calore può comportare antibiotici, se le ghiandole sudoripare vengono infettate, l’applicazione di una pomata al cortisone oppure farmaci antistaminici, da assumere per via orale.

Come si previene

La prevenzione è legata allo stile di vita. Se sai di avere questo problema devi cercare di:

  • Evitare di allenarti con il caldo
  • Indossare abiti larghi realizzati con tessuti traspiranti come il cotone
  • Usare l'aria condizionata
  • Mantenere la pelle pulita con frequenti bagni o docce per evitare l'intasamento delle ghiandole sudoripare
  • Ridurre la quantità di pelle sovrapposta (cerca di perdere di grasso o peso)
  • Non mangiare piccante
  • Non bere alcolici quando fa caldo e moderarne comunque il consumo
  • Evitare lo stress emotivo
  • Fare sempre la doccia dopo un bagno in mare o in piscina. L’acqua di mare e il cloro possono essere irritanti

Fonte | Ospedale Bambino Gesù

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.