Come funziona il super green pass? Il governo pubblica le FAQ per rispondere a tutti i dubbi

Per quanto tempo rimarrà in vigore? Bisognerà scaricare un nuovo green pass? Per districarti meglio in questa nuova fase di convivenza con il virus, che al momento dovrebbe riguardare solo il periodo delle festività natalizie, abbiamo provato a rispondere a tutti i tuoi dubbi attraverso le FAQ pubblicate proprio sul sito ufficiale del governo.
Giulia Dallagiovanna 6 Dicembre 2021
* ultima modifica il 06/12/2021

Il green pass "rafforzato", o super green pass come è già stato ribattezzato dai giornali, entra in vigore oggi e rimarrà sicuramente fino al 15 gennaio 2022 allo scopo di coprire l'intero periodo delle festività natalizie. Il principale scopo della nuova certificazione verde è quello di evitare ulteriori misure restrittive e, in poche parole, permetterci di vivere il Natale con un po' più di serenità rispetto allo scorso anno. Siamo infatti nel pieno della quarta ondata, con i contagi che continuano ad aumentare e qualche regione che rischia la zona gialla. Certo, le terapie intensive completamente intasate e i centinaia di decessi al giorno per fortuna sembrano appartenere al passato, ma non siamo ancora usciti dallo stato di pandemia. Inoltre, questo è il periodo dei negozi pieni di clienti alla caccia dell'ultimo regalo, dei grandi pranzi con tutta la famiglia, delle cene con amici e colleghi. In poche parole, di assembramenti. E quest'anno ce li possiamo pure permettere, ma sempre un'attenzione alla sicurezza. Sull'opportunità o meno di inaugurare un super green pass al posto di stabilire la vaccinazione obbligatoria si discuterà ancora a lungo, ma intanto proviamo a risolvere tutti i dubbi di questa nuova certificazione grazie alle FAQ pubblicate dal governo.

Qual è la differenza tra green pass e green pass rafforzato?

Fino a questo momento esisteva un solo tipo di green pass, la cui durata variava in base al modo in cui lo avevi ottenuto: 12 mesi con la seconda dose di vaccino, 6 mesi se sei guarito dal Covid e 72 o 48 ore con un tampone negativo molecolare o rapido. Ora invece il tempo di validità rimarrà uguale, ma esisterà un green pass base e uno "rafforzato". Il secondo è il cosiddetto super green pass e lo potrà ottenere chi ha effettuato almeno due dosi di vaccino o chi è guarito dal Covid da meno di sei mesi.

Per quanto tempo resterà in vigore il super green pass?

Per il momento, il super green pass sarà in vigore dal 6 dicembre 2021 al 15 gennaio 2021, ovvero per tutto il periodo delle feste natalizie.

Cosa si può fare con il green pass base?

Se sei in possesso del green pass base, per l'intera validità di questo potrai:

  • prendere un mezzo pubblico,
  • recarti al lavoro o all'università
  • allenarti in palestra o in altri luoghi in cui si praticano attività sportive
  • frequentare gli impianti sciistici
  • accedere ai negozi, anche nei centri commerciali
  • pernottare in un albergo o in un'altra struttura ricettiva
  • visitare mostre, musei e altri luoghi di cultura
  • partecipare a cerimonie civili o religiose (come matrimoni, battesimi e così via) e alle feste
  • accedere ai centri termali
  • accedere ai parchi tematici e di divertimento
  • partecipare ai concorsi

Cosa si può fare con il green pass rafforzato?

Se sei in possesso del green pass "rafforzato", oltre a tutte le attività elencate in precedenza, potrai:

  • consumare al tavolo al chiuso in bar e ristoranti
  • frequentare cinema e teatri
  • frequentare discoteche
  • frequentare stadi e palazzetti dello sport
  • partecipare a feste anche se non legate a cerimonie civili o religiose

Per quali zone vale la distinzione?

La distinzione tra green pass base e super green pass vale per la zona bianca, gialla e arancione. Attenzione, però, in caso la tua regione dovesse effettivamente diventare arancione, le restrizioni per chi ha unicamente il tampone negativo aumenterebbero e non potresti più, ad esempio, praticare attività sportiva o motoria al chiuso, frequentare musei o partecipare a cerimonie civili e religiose. Avresti inoltre minore libertà di movimento all'interno della tua regione. Per chiarire ogni dubbio, puoi consultare la tabella stilata dal governo.

Chi è esente dal green pass rafforzato?

Non tutti dovranno per forza ottenere il super green pass. Le persone esentate da questa distinzione sono i minori di 12 anni e chi ha una certificazione medica che attesti la sua impossibilità di ricevere il vaccino. Quest'ultima categoria era stata definita da una circolare del 4 agosto scorso e prevedeva, per la verità, un numero piuttosto ristretto di casi.

Dovrai scaricare un nuovo green pass?

No. Se hai ricevuto due dosi di vaccino o risulti guarito dal Covid da meno di 6 mesi, non dovrai scaricare nessun nuovo green pass per dimostrarlo. È stata infatti aggiornata l'app VerificaC19, utilizzata di norma per controllare la certificazione verde.

Quando cambia la scadenza da 12 a 9 mesi per il green pass?

A partire da mercoledì 15 dicembre, la validità del green pass ottenuto da chi ha effettuato almeno due dosi di vaccino (o per chi ne ha ricevuto solo una dopo essere guarito dal Covid) passerà da 12 mesi a 9 mesi a partire dalla data dell'ultima somministrazione. Per prolungare la durata del green pass è necessario ricevere la terza dose.

Dopo la terza dose si ottiene un altro green pass?

Sì, entro 48 ore dal terzo inoculo riceverai un nuovo green pass, con le stesse modalità con cui hai ricevuto quello precedente. A partire dal 15 dicembre, anche questa certificazione avrà una validità di 9 mesi.

Il green pass rafforzato si ottiene solo con la terza dose?

No. Super green pass e terza dose non sono per forza di cose collegati tra loro. La certificazione rafforzata viene ottenuta da chiunque abbia ricevuto le due dosi previste inizialmente nella campagna vaccinale contro il Covid. Se però il tuo green pass scade, va da sé che dovrai accedere alla terza dose per riceverne uno nuovo che duri altri 9 mesi.

Fonte| Governo

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.