Coronavirus a Padova: morto un uomo di 78 anni. Una riunione ufficiale sui provvedimenti da adottare dopo contagi e decesso

Morto uno dei due pazienti che erano in gravi condizioni a Padova. Questo pomeriggio erano risultati positivi ai primi test per il coronavirus.
Simona Cardillo 21 febbraio 2020
* ultima modifica il 22/02/2020

E’ purtroppo morto uno dei due pazienti positivi al coronavirus a Padova. I due erano in gravi condizioni e già questo pomeriggio era arrivata la conferma che i primi test avevano dato esito positivo.

Il paziente più anziano, quello di 78 anni, è morto questa sera. Il paziente era di Vo' Euganeo ed era ricoverato a Schiavonia nel padovano.

Il governatore Zaia del Veneto ha espresso preoccupazione e ha spiegato che metterà in atto le misure precauzionali previste: "Siamo preoccupati, ho parlato col sindaco di Vò Euganeo per adottare tutte le misure: chiusura delle scuole, degli esercizi commerciali, cercando di ricostruire tutte le attività sociali e i contatti che queste persone hanno avuto per capire qual è il livello di cordone sanitario da mettere in atto. Non bisogna diffondere il panico ma prima regola è l'isolamento".

Il paziente morto questa sera era già ricoverato da alcuni giorni e nel pomeriggio di oggi era risultato positivo ai primi test del coronavirus. "Non c'è stato neppure il tempo per poterlo trasferire", ha detto Luca Zaia.

Proprio in queste ore si sta facendo una mappatura degli spostamenti e dei contatti avuti dai due pazienti di Padova. Sono state adottate misure di sicurezza anche all'Ospedale di Schiavonia e sono stati disposti i tamponi per i dipendenti della struttura. "Andiamo gradualmente a svuotare l'ospedale, in maniera tale da sanificare il tutto", ha aggiunto Zaia.

Nel frattempo procedono anche gli incontri ufficiali. La protezione civile ha fatto sapere che si è svolta questa sera una riunione tra il Presidente del Consiglio dei Ministri, il Capo Dipartimento della protezione civile, i Ministri della Salute e degli Esteri e, in collegamento telefonico, i Presidenti delle Regioni Veneto e Lombardia. In questa occasione si è fatto il punto sulla situazione e sui provvedimenti necessari dopo gli ultimi contagi e il decesso del paziente di Padova.

Fonte| Ansa; Protezione civile

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.