dolore-fianco-sinistro-cause

Cosa succede davvero quando “ti si accavalla un nervo”?

Spesso ci lamentiamo dei nervi accavallati. Ma sapevi che per la loro conformazione questo movimento in realtà è impossibile? Proviamo a capire cosa accade davvero quando avverti il tipico dolore, improvviso e intenso.
Valentina Danesi 22 Settembre 2022
* ultima modifica il 22/09/2022

Quante volte ti è capitato di lamentarti dicendo di avere un nervo accavallato? Sei davvero sicuro che fosse quello il problema? E soprattutto, sai cosa significa? Prima di tutto devi sapere che i nervi si trovano in tutto il tuo corpo e il loro compito è quello di inviare messaggi e mantenere una comunicazione con cervello o midollo spinale. Quando avverti un dolore forte e improvviso, significa che uno di questi connettori è in sofferenza. Per la verità, però, il termine "accavallato" non è del tutto corretto. Vediamo perché.

Cos'è

I nervi sono una parte importante del tuo corpo perché sono dei “messaggeri”: inviano in tutto il corpo i messaggi necessari per farlo funzionare al meglio e, infatti, si estendono dal cervello al midollo spinale. Tuttavia, per loro struttura non è possibile che si accavallino quindi quando avverti dolore e utilizzi l’espressione “mi si è accavallato un nervo” in realtà stai sbagliando. Il dolore può avere varie motivazioni tra cui il muscolo che si appoggia proprio sul nervo, comprimendolo. Quindi c'è qualcosa che lo “infastidisce” ma in realtà non si è accavallato nulla.

Le cause

Come ti abbiamo detto, nella realtà i nervi non possono accavallarsi a causa della loro posizione che renderebbe impossibile questo tipo di movimento. Quindi, quando avverti un dolore improvviso e intenso le cause possono essere:

  • la pressione sul nervo da parte dei muscoli
  • la tensione di un gruppo di fibre muscolari
  • una contrattura
  • la sollecitazione di un tendine, o di un legamento, dopo un movimento brusco
  • il mantenimento di una posizione scomoda per lungo tempo.

Come avrai notato i nervi possono essere stirati oppure infiammati, ecco perché a volte fanno male.

I sintomi

Il sintomo principale è il dolore, ma in base al nervo che interessato potresti avverti un tipo diverso di fastidio:

  • se il nervo è negli arti superiori si parlerà più di crampo o intenso formicolio
  • se invece colpisce la schiena, il trapezio o le zone interscapolari la sensazione è quella di uno spillo
  • infine se colpisce il rachide cervicale proverai un forte dolore al collo dopo un brusco movimento della testa.

La diagnosi

La diagnosi è molto semplice perché può essere fatta da un fisioterapista o anche dal tuo medico curante.

La cura

I rimedi più semplici e comuni per i cosiddetti "nervi accavallati" sono:

  • creme
  • antidolorifici
  • fisioterapia.

Ricorda sempre che gli antidolorifici non risolvono il problema, ma hanno solo lo scopo di attenuare il dolore. Da soli, dunque, non sono sufficienti.

Fonte| Centro Medico Araim

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.