Cos’è il saturimetro e perché oggi può salvarti la vita? Ne parliamo con il dottor Kasongo

Cos’è e come funziona il saturimetro, il piccolo dispositivo di cui ultimamente parlano tutti? E perché viene definito come uno strumento in grado di salvarci la vita, in un momento come questo? Ne abbiamo parlato con il dottor Albert Kasongo.
Sara Del Dot 23 marzo 2020
* ultima modifica il 09/06/2020
Intervista al Dott. Albert Kasongo Medico vaccinatore presso il Centro Medico Santagostino di Milano

Un piccolo dispositivo che, proprio come una molletta, puoi attaccare all’estremità delle tue dita per misurare la saturazione di ossigeno nel sangue. Grazie al saturimetro, chiamato anche plussossimetro, è possibile individuare un problema respiratorio prima che la situazione diventi critica e quindi intervenire con la cura. Per questo, in un momento come quello che stiamo vivendo, un controllo di questo tipo può aiutarti a distinguere un’eventuale dispnea provocata dall’infezione da Coronavirus e prevenirne l’aggravamento.

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.