Crisi ipoglicemica: cos’è e come puoi contrastarla

Per chi soffre di diabete non è difficile avere crisi ipoglicemiche, quindi avere dei momenti di “sofferenza” quando la quantità di glucosio nel sangue si abbassa notevolmente. Le cause sono varie: dall’uso di alcuni farmaci alla semplice assunzione di dosi eccessive di insulina. Ma come puoi riconoscerla e cosa devi fare per contrastarla? Ecco alcuni consigli.
Valentina Danesi 5 Luglio 2021
* ultima modifica il 05/07/2021

La crisi ipoglicemica è una fase che può doversi trovare ad affrontare una persone che soffre di ipoglicemia, ovvero di una condizione per cui i livelli di glucosio nel sangue sono inferiori alla norma. Tra il momento in cui la glicemia scende e quello in cui comincia a risalire per tornare alla normalità può verificarsi una crisi. Ma come si fa a riconoscerla e come puoi aiutare una persona a cui sta capitando? Proviamo ad approfondire meglio insieme.

crisi ipoglicemica

Cos’è

Inziamo specificandoti che la glicemia viene sempre misurata a digiuno. Quando parliamo di ipoglicemia vogliamo dire che la quantità di zuccheri (a digiuno) nel sangue è eccessivamente bassa e quindi, come potrai immaginare, dovresti reintegrarne una parte per stare meglio. Ma cosa significa soffrire di crisi ipoglicemiche?

Come ti accennavamo prima, la crisi ipoglicemica è la fase che intercorre tra il momento in cui la glicemia scende sensibilmente al di sotto dei valori considerati normali, l'ipoglicemia appunto, e quello in cui inizia a risalire per poi stabilizzarsi. Ci sono poi dei comportamenti che se ripeti nel tempo possono favorire l'insorgere di questo problema:

  • se hai il diabete mellito
  • vomito ripetuto
  • una patologia al fegato
  • se soffri di alcolismo
  • se hai seguito delle diete eccessivamente povere in calorie, quindi troppo rigide e restrittive

Le cause

Le possibili cause di una crisi ipoglicemica sono:

  • se hai assunto dosi eccessive di insulina o farmaci ipoglicemizzanti, ossia quelli che aiutano il livello di glucosio nel sangue ad abbassarsi, oppure hai cambiato l’orario di somministrazione (per chi soffre di diabete mellito)
  • se non hai assunto una quantità sufficiente di zucchero o carboidrati
  • se hai bevuto alcolici a stomaco vuoto
  • se soffri di vomito prolungato 
  • se sei affetto da insulinoma, un tumore endocrino del pancreas, oppure da malattie del fegato molto serie
  • se stai assumendo farmaci impiegati per la cura di patologie renali

I sintomi


Ecco da quali sintomi puoi accorgerti se si sta verificando una crisi ipoglicemica:

  • forte sudorazione
  • aumento del battito cardiaco e tremore
  • sensazione di appetito
  • spossatezza, stanchezza
  • mal di testa
  • indebolimento della vista
  • sonno inquieto e difficoltà a svegliarsi

La cura e cosa fare

Non esiste una cura per questo problema, si tratta infatti principalmente di un sintomo, come anche di una conseguenza per chi è affetto da patologie specifiche, tra cui il diabete, oppure di chi non segue una dieta equilibrata.

Possiamo però darti qualche consiglio. Se è in corso una crisi dovrai essere tempestivo, sia che si tratti di te (se riesci) sia che coinvolga un conoscente.

Si deve fare subito un distinguo: se la persona è o non è cosciente.

Ecco qui cosa fare.

Puoi offrire una caramella o un po' di zucchero o, ancora, una bevanda zuccherata e poi aiutare la persona a misurarsi la glicemia. Se, invece, la persona non è cosciente, devi subito chiamare i soccorsi e nel frattempo, per aiutarla, posizionala in quella che viene chiamata “posizione laterale di sicurezza”, sul fianco sinistro, in modo che non rischi il soffocamento con la lingua.

Fonte| Humanitas 

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.