Diabete, un cerotto per monitorare la glicemia: potremo dire basta alla punture al dito

Un dispositivo che potrai applicare per due settimane consecutive e che sarà collegato direttamente al tuo smartphone tramite un’app. In questo modo potrai tenere monitorati i tuo valori in tempo reale e condividerli con il tuo medico curante. Un altro passo in direzione della telemedicina.
Giulia Dallagiovanna 26 giugno 2020
* ultima modifica il 05/07/2020

Un cerotto per misurare la glicemia, più volte al giorno e senza dover ricorrere al tradizionale glucometro. Se soffri di diabete, questo per te potrebbe essere un notevole aiuto. Si chiama GlucoMen Day Cgm ed è un dispositivo innovativo ideato da Menarini Diagnostics, che puoi collegare al tuo smartphone grazie a un'app. Attraverso questa potrai tenere monitorati i livelli di zucchero nel tuo sangue nell'arco dell'intera giornata e per un periodo di due settimane.

Saprai già che quando si convive con questa patologia è necessario misurare la glicemia a orari prestabiliti e, in alcuni casi, si può arrivare a doversi svegliare di notte per non mancare l'appuntamento. Insomma, le tue abitudini finiscono con il cambiare radicalmente e non solo per quanto riguarda l'aspetto dell'alimentazione. Un aiuto pratico in questo senso diventa quindi davvero importante, perché non migliora solo le condizioni di salute, ma anche la qualità della vita. E per la verità, non è il primo dispositivo ad andare in questa direzione: ti avevamo infatti già parlato di un glucometro da posizionare al braccio e sempre collegato allo smartphone.

Anche in questo caso, il tuo cellulare sarà lo schermo attraverso il quale potrai visualizzare i valori riportati in tempo reale e che ti invierà un alert quando questi supereranno la soglia di sicurezza. Non solo, ma potrai condividere i risultati con il tuo medico di famiglia, in modo che rimanga sempre aggiornato sulla tua situazione e possa intervenire subito per modificare la terapia, quando si rende necessario.

Non è importante solo per la salute, ma anche per la qualità della vita

Se poi hai un parente anziano affetto da diabete o, come purtroppo può capitare, un figlio piccolo che ne soffre, potrai visualizzare tu stesso i valori di questa persona, in qualità di caregiver.

Ti accorgerai che la sanità sta andando sempre di più nella direzione della telemedicina, che rende possibili contatti a distanza tra medico e paziente, per favorire cure sempre più personalizzate e limitare gli spostamenti e le visite non necessarie. Non solo, ma in alcuni casi può rivelarsi anche più sostenibile dal punto di vista ambientale. Gli elementi che compongono questo cerotto, ad esempio, possono essere riutilizzati anche per cinque anni prima di doverli smaltire.

Fonte| Menarini Diagnostics news

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.