Discopatia lombare: l’assottigliamento dei dischi che impedisce il movimento

Con il passare del tempo i dischi possono perdere forza e far uscire il nucleo. Il risultato è che la schiena ha una struttura meno robusta che si irrigidisce.
Valentina Danesi 19 Settembre 2022
* ultima modifica il 19/09/2022

Discopatia è un termine che fa riferimento a un'alterazione di uno o più di dischi inveterbrali, dalla quale ne deriva una sofferenza. Il disco che ne viene colpito subisce una degenerazione e di conseguenze si assottiglia, facendo diminuire anche lo spazio tra le due vertebre adiacenti. A quel punto potrebbe derivarne dolore alla schiena e difficoltà di movimento. Proviamo a capire meglio in cosa consista la discopatia lombare.

Cos’è

Quando parliamo di discopatia lombare indichiamo una serie di alterazioni che possono interessare il disco intervertebrale, ovvero quella struttura fatta di cartilagine e situata tra due vertebre. Devi sapere che ogni disco è composto da due parti:

  • il nucleo polposo, che è centrale
  • l’anello fibroso, che è la parte più esterna.

Quando questi dischi si assottigliano possono darti problemi, e dolore, mentre ti muovi.

Non solo: il problema non è tanto se interessa un solo disco ma quando ad assottigliarsi sono vari dischi. Come forse ricorderai, ne ha sofferto anche il celebre giornalista Piero Angela. Lui, nello specifico, era affetto dalla forma degenerativa. Per capirci, accade che pian piano il nucleo si assottiglia e così facendo l’anello fibroso riceve stimoli eccessivi che possono provocare fuoriuscite del nucleo con conseguente riduzione del disco. Infine, in alcuni casi dobbiamo tenere in considerazione che si possono formare alterazioni dei corpi vertebrali: ossia delle proliferazioni di tessuto osseo sui margini delle vertebre che vanno a saldarsi una all’altra in modo anomalo. Questo problema si chiama in gergo tecnico discoartrosi.

Le cause

La causa della discopatia lombare, in realtà, è il normale invecchiamento delle strutture ossee dovute al progredire dell’età: in altre parole, invecchiando potresti soffrirne anche tu. Non si può esattamente prevenire il problema, ma si può cercare di alleviarlo giocando d’anticipo con semplici trucchi che faranno bene alla tua salute in generale come praticare sport, una dieta bilanciata per non avere un peso eccessivo, evitare una vita troppo sedentaria e consumo di alcolici e fumo. Allo stesso tempo può aumentare il rischio praticare sport a livello agonistico per molti anni.

I sintomi

I sintomi della discopatia lombare sono fortemente variabili a seconda della gravità della situazione, ma in linea generale possiamo dire che sono i seguenti:

  • forte e acuto dolore lombare
  • dolore cronico
  • difficoltà a mantenere la posizione eretta
  • dolore cervicale o al braccio
  • mobilità ridotta agli arti inferiori.

La diagnosi

Per una diagnosi di discopatia lombare, oltre all’anamnesi che è molto importante, il medico di solito richiede l’Rx rachide, una TAC e una risonanza magnetica del tratto di colonna che si ipotizza abbia il problema.

La cura

Come ti avevamo detto, giocare d’anticipo con piccoli trucchi che faranno bene alla salute in generale e non solo alla colonna vertebrale è sempre la soluzione migliore. Qualora, però non l’avessi fatto o non fosse bastato ecco quali tipi di cure si scelgono per la discopatia lombare. Inizialmente l'intervento si limina a un trattamento conservativo con:

  • farmaci analgesici e antinfiammatori
  • miorilassanti
  • terapia infiltrative locali (Ozonoterapia)
  • infiltrazioni profonde con cortisone
  • fisioterapia
  • terapie fisiche (Tecar, Laser, US, Ionoforesi).

Se queste cure non dovessero funzionare sarà il turno del chirurgo vertebrale che grazie alla strumentazione di oggi dovrà ricostruire o rinforzare i tratti interessati dalla discopatia.

Le moderne tecniche chirurgiche mininvasive e i progressi della tecnologia con la nascita di materiali biocompatibili consentono al chirurgo vertebrale di riparare, ricostruire e rinforzare interi tratti di colonna vertebrale danneggiati dalla discopatia.

Fonte| Santagostino

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.