Dolore alla spalla destra o sinistra: quali sono le cause e come si cura?

Il dolore alla spalla, a destra o a sinistra, è un disturbo molto frequente che non deve però essere banalizzato. Nella maggior parte dei casi, si nasconde uno stato infiammatorio a causa dell’usura, ma potrebbe essere anche un problema di natura traumatico o non dipendere dalla spalla stessa.
Valentina Rorato 24 Ottobre 2022
* ultima modifica il 03/02/2023

Non sei caduto, non hai preso un colpo, eppure hai dolore alla spalla destra o sinistra. Come mai? La spalla è un'articolazione sferica e ha la più ampia libertà di movimento di qualsiasi altra articolazione del corpo. A causa di questa mobilità, è a rischio di lesioni o problemi degenerativi. Le ossa che la compongono sono l'omero (osso del braccio), la clavicola (osso del colletto) e la scapola. La testa dell'osso dell'omero è rivestita di cartilagine che scivola sopra l'incavo della spalla (noto anche come "cavità glenoidea").

Nella presa della spalla, l'omero si trova come una pallina da golf su un tee, supportato da una complicata disposizione di muscoli, tendini e legamenti. La cuffia dei rotatori è un gruppo di tendini che collega quattro muscoli della spalla alla parte superiore del braccio. Questi tendini aiutano a mantenere l'osso dell'omero in posizione all'interno della sua presa poco profonda e assicurano che il braccio si muova liberamente all'interno dell'articolazione. Come puoi immaginare ci sono diverse condizioni che possono causare disagio, proprio perché si tratta di un’articolazione estremamente complessa. Oltre ai traumi, quali possono essere le cause che possono provocare dolore?

  • Tendinite e borsite della cuffia dei rotatori: si verifica quando i tendini della cuffia dei rotatori si irritano o si danneggiano. Può succedere se si fa sport a un certo livello, ma anche semplicemente per l’età. Allo stesso modo, la borsite della cuffia dei rotatori si verifica quando la borsa, o rivestimento che fornisce un cuscino tra le ossa e i tendini, si gonfia o si irrita. Questo processo di solito è una risposta al processo degenerativo sottostante all'interno del tendine.
  • Rotture della cuffia dei rotatori: lo stesso uso eccessivo che porta alla tendinite può portare a rotture della cuffia dei rotatori. La terapia fisica, gli antinfiammatori e/o le iniezioni di steroidi possono aiutare a trattare le lesioni della cuffia dei rotatori. Se i sintomi sono gravi, la chirurgia può essere un'opzione.
  • Artrite: molte persone non hanno mai avuto lesioni o traumi documentati alla zona della spalla, ma possono sviluppare artrite.
  • Spalla congelata: questa condizione è una delle cause più popolari. Conosciuta anche come capsulite adesiva o tendinite calcifica, la spalla congelata si verifica quando c'è un'infiammazione nel rivestimento della capsula dell'articolazione della presa sferica. La capsula della spalla si ispessisce e si stringe, il che crea il disagio. Non vi è alcuna causa nota ma si presenta come dolore progressivo con il movimento e di conseguenza rigidità.
  • Problemi alla colonna vertebrale: la tua spalla potrebbe farti male, ma la causa potrebbe non essere questa articolazione. I problemi alla colonna cervicale e al disco possono riflettersi anche in questa zona.

Dolore alla spalla sinistra

Il dolore alla spalla sinistra si manifesta con fitte che possono estendersi anche al braccio, ma vediamo le cause in base ai sintomi:

  • Dolore nella parte anteriore: tendinite o sindrome di impingement (detto anche conflitto sub-acromiale)
  • Dolore sul lato esterno: borsite o tendinite
  • Dolore nella parte superiore: borsite o contrattura muscolare, ma potrebbe anche essere un’infiammazione dei legamenti o un problema di cartilagine.

Dolore alla spalla destra

Il dolore alla spalla destra è un dolore simile a quello alla spalla sinistra, quindi i sintomi e le cause possono essere i medesimi:

  • Dolore nella parte anteriore: tendinite o sindrome di impingement 
  • Dolore sul lato esterno: borsite o tendinite
  • Dolore nella parte superiore: borsite o contrattura muscolare, ma potrebbe anche essere un’infiammazione dei legamenti o un problema di cartilagine.

Dolore alla spalla notturno

Il dolore alla spalla notturno forse è il fastidio più comune per questa articolazione. Di solito non è nulla di preoccupante e si risolve con antinfiammatori e un po’ di riposo. Se però il dolore persiste, si consiglia di consultare uno specialista perché potrebbe essere il sintomo di un problema ai tendini o ai tessuti molli dell’articolazione.

Quando preoccuparsi per il dolore alla spalla

Il dolore alla spalla può essere molto fastidioso, purtroppo spesso va curato con la chirurgia, ma se riguarda semplicemente l’articolazione non è un’emergenza medica. Devi però preoccuparti in caso di dolore improvviso alla spalla sinistra, perché a volte può essere un segno di un attacco di cuore. Chiama i soccorsi o recati in un pronto soccorso locale se hai una pressione improvvisa o un dolore schiacciante alla spalla, soprattutto se il dolore va dal petto alla mascella, al braccio o al collo sinistro o si verifica con mancanza di respiro, vertigini o sudorazione.

Vai al pronto soccorso anche se hai appena subito un grave infortunio e la tua spalla è molto dolorosa, gonfia, contusa o sanguinante.

Chiama il tuo medico se hai:

  • Dolore alla spalla con febbre, gonfiore o arrossamento
  • Problemi a muovere il braccio
  • Dolore per più di 2 o 4 settimane, anche dopo il trattamento domiciliare
  • Gonfiore della spalla
  • Pelle di colore rosso o blu nella zona delle spalle

Terapie e trattamenti

Quando avverti dolore alle spalle, è difficile capire immediatamente quale sia la causa, a meno che tu non abbia una patologia pregressa. In linea di massima, a casa, si consiglia di intervenire in questo modo:

  • Metti del ghiaccio sulla zona delle spalle per 15 minuti, quindi lascialo riposare per 15 minuti. Fallo 3 o 4 volte al giorno per 2 o 3 giorni. Avvolgi il ghiaccio in un panno. Non mettere il ghiaccio direttamente sulla pelle perché ciò può causare congelamento.
  • Fai riposare la spalla nei giorni successivi.
  • Ritorna lentamente alle tue normali attività. Un fisioterapista può aiutarti a farlo in sicurezza.
  • L'assunzione di ibuprofene o paracetamolo può aiutare a ridurre l'infiammazione e il dolore.

I problemi della cuffia dei rotatori possono essere trattati anche a casa.

  • Se hai già avuto dolore alla spalla, usa ghiaccio e ibuprofene dopo l'esercizio.
  • Impara gli esercizi per allungare e rafforzare i tendini della cuffia dei rotatori e i muscoli delle spalle. Un medico o un fisioterapista possono raccomandare tali esercizi.
  • Se ti stai riprendendo da una tendinite, continua a fare esercizi di mobilità per evitare il congelamento della spalla.
  • Mantieni una buona postura per tenere i muscoli e i tendini delle spalle nella posizione corretta.

Nei casi più gravi, il medico potrebbe suggerire la cosiddetta chirurgia riparativa, per piccole fratture o lesioni nei soggetti più giovani, o un intervento di sostituzione dell’articolazione della spalla (artroplastica). Questo intervento consiste nella sostituzione dell’articolazione della spalla con una sfera artificiale al posto della testa dell’omero e un cappuccio (glenoide) come scapola.

Fonte | Gruppo San Donato; ISS

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.