Domenica 26 settembre partecipa a “Io corro per Loro” e sostieni la ricerca indipendente per la cura dei tumori pediatrici

Puoi camminare o correre, puoi farlo all’Idroscalo o da dove preferisci. Quello che conta è partecipare alla prima edizione di “Io corro per Loro”, corsa solidale che rientra tra le Fight Kids Cancer Race, per sostenere la ricerca indipendente per la cura dei tumori pediatrici.
Gaia Cortese 25 Settembre 2021
* ultima modifica il 25/09/2021

Correre per dare la possibilità al maggior numero di bambini e ragazzi di guarire da un tumore. È questo l’obiettivo di Io Corro per Loro, la gara solidale che chiude la campagna di sensibilizzazione nazionale sui tumori pediatrici “Accendi d’oro, accendi la speranza”, a cura delle associazioni di genitori e guariti FIAGOP, in occasione del “Settembre d’Oro dell’oncoematologia pediatrica” ("September, Childhood Cancer Awareness Month").

L’appuntamento è per domenica 26 settembre, in presenza al Parco Idroscalo di Milano su percorsi di 3, 6 o 12 km, o da remoto con un’App dedicata ovunque si voglia correre. Una corsa o camminata non competitiva a cui possono partecipare tutti per sostenere il bando europeo di ricerca Fight Kids Cancer con i proventi delle donazioni libere da parte degli iscritti.

L’obiettivo è quello di accelerare la ricerca, unica speranza per dare un futuro a bambini e ragazzi colpiti da questo male. Ogni anno, infatti, si registrano circa 2.200 casi di neoplasie maligne solo in Italia; ciò significa che circa 1.400 bambini e 800 ragazzi ne sono colpiti. Sono numeri che spaventerebbero chiunque, ma paradossalmente si tratta di un numero troppo basso perché il mercato farmaceutico faccia degli investimenti. La ricerca di nuovi farmaci, infatti, si concentra soprattutto sui tumori degli adulti e ad oggi sono state poche le autorizzazioni concesse per farmaci oncologici pediatrici. Ed è per questo motivo che la ricerca indipendente deve essere sostenuta. Per farlo bisogna accelerare la ricerca, bisogna metaforicamente "correre".

Ogni giorno ci sono quasi 700 nuovi casi di cancro infantile in tutto il mondo.

Quella di domenica 26 settembre è la prima edizione delle Fight Kids Cancer Race "Io corro per loro – Bambini senza cancro", ed è una ottima occasione per fare qualcosa di concreto. Fight Kids Cancer è un bando di ricerca europeo, acceleratore della ricerca oncologica pediatrica, e se per l'Italia si tratta della primissima edizione da fare ancora conoscere, in Europa sono diversi i Paesi già coinvolti. Il bando, infatti, è già sostenuto da rappresentanti dei genitori e dei pazienti, insieme alle associazioni di genitori, in Francia, in Belgio e in Lussemburgo, in collaborazione con la European Science Foudation, e un comitato di esperti scientifici internazionali. Quest'anno si è aggiunta anche la federazione FIAGOP, promuovendo il contributo italiano a questo importante progetto.

Domenica non si corre solo in Italia, ma anche in Francia, Belgio e Lussemburgo con l'unico obiettivo di raccogliere fondi per il bando di ricerca indipendente europeo Fight Kids Cancer.

Comprende cinque progetti finalizzati a produrre nuove terapie, più sicure ed efficaci e con meno effetti collaterali, e nuovi trattamenti specifici per i bambini e ragazzi che presentano anomalie genetiche; sono finanziati con i proventi delle donazioni dei partecipanti alle annuali Fight Kids Cancer Races.

Cosa puoi fare tu

Per partecipare alla corsa solidale, accedi al sito ufficiale dell'evento Io corro per Loro (le iscrizioni sono aperte fino alla mezzanotte del 24 settembre, ma le donazioni alla ricerca si possono fare attraverso il sito fino al 30 settembre). Se non non puoi correre al Parco Idroscalo di Milano, puoi partecipare (camminando o correndo) da qualsiasi luogo, scaricandoti l'App Run Bull.

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.