Granuli o macchie di Fordyce: cosa sono e perché compaiono

Sono soliti comparire nelle zone intime sia femminili che maschili e non hanno una vera e propria causa. Tu li hai mai notati? Scopriamo i granuli di Fordyce.
Valentina Danesi 23 Maggio 2022
* ultima modifica il 02/06/2022

Si possono chiamare macchie oppure granuli di Fordyce e assomigliano a piccole protuberanze con dimensioni che variano dall'1 ai 3 millimetri. Possono essere di colore bianco-giallastro, oppure rosso e si tratta in realtà di piccole ghiandole sebacee che non sono però associate a sede di follicoli piliferi. Si trovano insomma in un posto in cui, teoricamente, non dovrebbero essere. Ma possono causare problemi?

granuli o macchie di Fordyce

Cos’è

Hanno un nome un po’ particolare ma quando parliamo di granuli (o macchie) di Fordyce ci riferiamo a piccole ghiandole sebacee che non sono associate alla crescite di peli o altro e non hanno alcune fuoriuscita verso l’esterno. Si formano sui genitali siano essi maschili o femminili. Esistono anche i cosiddetti angiocheratomi anche se sono piccole sacche non di tipo sebaceo ma sanguigno. Visivamente puoi accorgertene con facilità perché basta osservare l'area e si vede chiaramente questo tipo di formazione. Nello specifico si tratta di macchie o protuberanze, di colore bianco-giallo oppure rosso e di dimensioni comprese tra 1 e 3 millimetri.

Le cause

Non ci sono cause precise per i granuli di Fordyce. Bisogna dire innanzitutto che non sono pericolosi e che non indicano nessuna malattia o infezione. Può trattarsi semplicemente di piccoli depositi di sebo e sembra che possano essere collegati a un aumento dei valori di colesterolo o trigliceridi. Alimentazione e stile di vita, dunque, possono influire su queste formazioni.

I sintomi

Il sintomo principale dei granuli di Fordyce è proprio la comparsa delle formazioni. Le potrai notare soprattutto all'interno delle grandi labbra, se sei una donna, o su pene e scroto se sei un uomo. Per il resto, al di là di un possibile fastidio a livello estetico, non hanno altre manifestazioni e non avvertirai né dolore né prurito.

La diagnosi

La diagnosi dei granuli di Fodyce è piuttosto semplice dal momento che non prevede esami specifici. Il medico dovrà semplicemente osservare la formazione sospetta e sarà in grado di capire di cosa si tratti.

La cura

Non provocando dolore né alcun sintomo particolare, a anzi considerando che lo schiacciamento non funziona ma spesso può sfociare in infezioni, i medici sconsigliano procedure per la rimozione. Tuttavia, ecco una breve lista per illustrare le soluzioni che esistono oggi:

  • Il laser CO2 per far sì che le macchie siano meno visibili
  • L’elettroessiccazione (con uno strumento diverso, ma stesso risultato del laser)
  • Il laser a colorante pulsato
  • La cosiddetta tecnica Micro Punch ossia un trattamento di tipo chirurgico che prevede l'utilizzo di un dispositivo a forma di penna con cui si pratica un piccolo foro nella pelle e si procede alla rimozione del tessuto.
Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.