Il co-sleeping potrebbe aumentare il rischio di morte in culla secondo i pediatri americani

I neonati devono dormire nel loro lettino e in stanza con i genitori almeno fino a sei mesi: i pediatri americani bocciano co-slepping, che pare aumenterebbe il rischio di morte in culla, ma anche l’uso di baby monitor, coperte e paracolpi.
Valentina Rorato 30 Giugno 2022
* ultima modifica il 30/06/2022

È molto appagante dormire con il proprio bambino e, quando si allatta, è anche comodo, ma non è sicuro. Lo ha sottolineato l'American Academy of Pediatrics (AAP) nel primo aggiornamento delle sue linee guida sul sonno sicuro per i bambini dal 2016. “Il co-sleeping aumenta significativamente il rischio di lesioni o morte di un neonato", ha affermato la dottoressa Rebecca Carlin, assistente professore di pediatria presso l'Irving Medical Center della Columbia University. "Per questo motivo AAP non può supportare in nessun caso la condivisione del letto".

Questa è una delle numerose raccomandazioni fornite dall'AAP ai pediatri per aiutare ad arginare l'ondata di decessi nel sonno dei neonati. Circa 3.500 bambini, molti dei quali provenienti da comunità socialmente svantaggiate, muoiono ogni anno negli Stati Uniti. "Il tasso di morti infantili improvvise, tra i bambini neri e indiani d'America/nativi dell'Alaska è stato più del doppio e quasi triplo rispetto a quello dei bambini bianchi (85 per 100.000 nati vivi) nel 2010-2013", l'AAP ha annotato in una dichiarazione. "Abbiamo fatto grandi passi avanti nell'apprendimento di ciò che mantiene i bambini al sicuro durante il sonno, ma c’è ancora molto da lavorare", ha affermato la dottoressa Rachel Moon, autrice principale delle linee guida e professoressa di pediatria all'Università della Virginia.

Letti separati

I neonati devono dormire da soli supini su un materasso piatto e rigido, che però deve essere posizionato nella stessa stanza con i genitori, per almeno i primi sei mesi. Sulla base delle nuove normative della Commissione per la sicurezza dei prodotti di consumo, gli unici prodotti che possono essere commercializzati per il sonno dei bambini includono culle, lettini e le traversine, che sono piccole culle separate che si attaccano al letto dei genitori ma consentono ai bambini di dormire da soli senza biancheria da letto.

Anche altri ambienti di sonno possono mettere a rischio i bambini. Riposare con un piccolo su un divano, una poltrona o un cuscino e addormentarsi aumenta il rischio di morte infantile del 67%. Se il bambino è nato pretermine, con un basso peso o ha meno di 4 mesi, il rischio di morte mentre dorme con il genitore su un letto, un divano o un altro posto aumenta da cinque a 10 volte, secondo l'Accademia. Come si verifica una superficie adeguata? "Un ottimo modo per verificare se una superficie è troppo morbida è premere la mano verso il basso e poi sollevarla. Se la tua mano lascia una rientranza, è troppo morbida", ha affermato Alison Jacobson, CEO di First Candle, organizzazione no-profit nazionale impegnata all'eliminazione della SIDS e di altre morti infantili legate al sonno attraverso l'istruzione e la difesa.

Coperte, addio!

I genitori dovrebbero sempre far dormire i bambini da soli supini su un materasso piatto e rigido coperto da un lenzuolo aderente. Evita tutti gli extra nella culla, inclusi peluche, coperte, cuscini, lenzuola morbide, posizionatori per dormire o paracolpi per culla, poiché i bambini possono rimanere intrappolati da tali oggetti e soffocare. "I paraurti sono stati collegati a più di 100 morti infantili negli ultimi 30 anni", afferma l'AAP sul loro sito web per i consumatori, healthychildren.org. Non usare lenzuola o coperta, ma sacchi-nanna.

Evita i dispositivi commerciali venduti per SIDS

Nella sua nuova guida, l'AAP mette anche in guardia contro l'uso di dispositivi commerciali che pretendono di ridurre il rischio di SIDS o altri problemi legati al sonno, compresi i monitor indossabili. Inoltre, non utilizzare i monitor cardiorespiratori domestici – dispositivi che monitorano la frequenza cardiaca e i livelli di ossigeno del bambino – come un modo per ridurre il rischio di SIDS, perché non ci sono prove che funzionino. Jacobson ha concluso: "L'uso di prodotti che affermano di aumentare la sicurezza del sonno può creare un falso senso di sicurezza per i genitori che potrebbe comportare una riduzione delle pratiche di sonno sicuro dei bambini".

Fonte | Sleep-Related Infant Deaths: Updated 2022 Recommendations for Reducing Infant Deaths in the Sleep Environment pubblicato il 21 giugno 2022 su Pediatrics

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.