Il peso iniziale della gravidanza è molto importante per il futuro bambino

Quando si parla di gravidanza, ci si concentra sempre su quello che una donna deve fare durante i nove mesi di gestazione. Ma è importante prendersi cura di sé anche, e soprattutto, nel periodo che la precede. Il corpo infatti deve prepararsi ad accogliere una nuova vita: non dovrà quindi farsi trovare in grave sovrappeso oppure troppo magro.
Giulia Dallagiovanna 8 gennaio 2020
* ultima modifica il 08/01/2020

Quando aspetti un figlio, sarai più attenta al tuo stile di vita. Saprai infatti che prenderti cura di te, significa anche proteggere il feto e assicurare al nuovo nato di essere in buona salute. Quello che però forse non sai è che sono ancora più importanti i mesi che precedono la gravidanza. Un nuovo studio dell'Università di Rotterdam conferma infatti che una donna con problemi di obesità, avrà maggior rischio di soffrire di complicanze durante la gestazione, rispetto a chi guadagna qualche chilo in più nei fatidici nove mesi. E ancora, una persona sottopeso potrebbe privare il bambino di importanti sostante nutritive, indipendentemente da quale dieta segue dopo aver scoperto di essere incinta.

Dopo aver analizzato i dati di circa 190mila donne, sia europee che americane, e dei rispettivi figli, hanno scoperto che più del 60% di chi era in grave sovrappeso prima della gravidanza, ha poi dovuto affrontarne le conseguenze. Quasi il doppio, rispetto alla percentuale di gestanti che hanno avuto problemi di peso solo durante i nove mesi. E quando si prendono in considerazione solo quelle che presentavano una forma seria di obesità, i dati salgono fino a toccare il 90%.

Il 90% delle donne obese prima di una gravidanza hanno poi sofferto di complicanze

E le complicanze non sono di quelle da sottovalutare. Preeclampsia, che forse conoscerai meglio come gestosi, ipertensione, diabete gestazionale e parto cesareo obbligato o nascita pretermine sono solo alcune delle problematiche che si sono verificate. Nei casi più gravi, si può assistere anche ad aborti o bambini nati morti.

La fase che precede la gravidanza è dunque fondamentale per preparare il tuo corpo ad accogliere una nuova vita. Devi infatti tenere presente che il tuo organismo subirà un'elevata dose di stress e dovrà raddoppiare gli sforzi per sopperire alle necessità di due persone. E questa è una delle ragioni per cui, quando ti abbiamo parlato dei pericoli del fumo in gravidanza, ti abbiamo consigliato di evitare le sigarette per almeno tre mesi, prima di provare a rimanere incinta.

Per quanto riguarda il peso, invece, più che ai chili dovresti guardare all'indice di massa corporea (BMI). In particolare se la proporzione fra il tuo peso e la tua altezza è inferiore a 18,5, significa che sei sottopeso. Prima di rimanere incinta dunque dovresti cercare di guadagnare tra i 12 e i 15 chili. Mentre chi è in sovrappeso, ovvero con un BMI compreso fra 25 e 30, dovrà perdere almeno una decina di chili. Anche perché dimagrire in modo drastico durante la gestazione potrebbe mettere in serio pericolo il feto ed è quindi una situazione che dovresti evitare.

Un consiglio è invece quello di mangiare in modo sano e fare regolare attività fisica, anche leggera. Mantenersi in forma, senza rinunciare ad assumere tutte le calorie e i nutrienti necessari, è un modo per proteggere sia te che tuo figlio, anche prima che nasca.

Fonte| "Association of Gestational Weight Gain With Adverse Maternal and Infant Outcomes" pubblicato su JAMA il 7 maggio 2019

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.