Il virus resiste dentro e fuori le mascherine anche per giorni: i consigli dell’Istituto Superiore di Sanità per igienizzarle

Le mascherine sono l’oggetto più ricercato in questi mesi di emergenza sanitaria: l’Istituto Superiore di Sanità ha stilato una guida per conoscere come utilizzarle e le precauzioni da adottare.
Alessandro Artuso 22 maggio 2020
* ultima modifica il 01/06/2020

Proteggerti dalla diffusione del Covid-19 è importante, ma è fondamentale conoscere anche alcune cose in merito alle mascherine che ormai da diverso tempo stai utilizzando per evitare possibili contagi. Secondo un documento, pubblicato dall'Istituto Superiore di Sanità, le particelle virali si manterrebbero vive per giorni. Fai attenzione alle fake news di cui ti abbiamo già raccontato i risvolti e le pericolosità.

Altri dati sulle mascherine

Il virus resiste alle superfici, inclusa quella delle mascherine, 4 giorni al suo interno e 7 nella parte esterna. Ma non è finita qui, perché il virus è ancora attivo fino a 30 minuti sulla carta stampata, un giorno sul tessuto, 2 su banconote e nel vetro e fino a 4 nell'acciaio e nella plastica.

Il pericolo

Secondo questo rapporto dell'Istituto Superiore di Sanità bisogna stare molto attenti a non sottovalutare le superfici esterne e interne. Il Coronavirus, infatti, resisterebbe meglio alle temperature basse e umide. Paolo D'Ancona, epidemiologo dell'ISS, ha spiegato alcune questioni sulla contaminazione. "I dati riportati sono il frutto di evidenze di letteratura scientifica – ma vanno declinate in base alle situazioni ambientali. Se ci sono poche particelle virali, infatti, la carica infettante è minore. Purtroppo però non si conosce quale sia la dose minima per infettare e questo dipende dalle difese immunitarie di ogni singola persona". 

Come igienizzare le mascherine

Ci sono i modelli lavabili che vanno usati soltanto una volta e successivamente messi in lavatrice, senza poggiarli su alcun mobile, quelli usa e getta dovranno essere buttati nella raccolta indifferenziata dopo l'utilizzo. Toccare soltanto gli elastici e lavarsi accuratamente le mani, prima e dopo, è fondamentale per ridurre drasticamente le possibilità di contrarre il virus.

Fonte| "Raccomandazioni ad interim sulla sanificazione di strutture non sanitarie nell’attuale emergenza COVID-19: superfici, ambienti interni e abbigliamento" pubblicate dall'Istituto Superiore di Sanità il 15 maggio 2020

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.