La dieta mediterranea è una preziosa alleata della salute dei tuoi occhi e anche del tuo cervello

Un regime alimentare improntato al consumo di frutta intera, verdura, cereali integrali, noci, legumi, pesce e olio d’oliva è in grado di offrire importanti benefici a occhi e cervello. La dieta mediterranea ridurrebbe fino al 50% il rischio di danni alle funzionalità cognitive mentre la presenza di antiossidanti tipici delle verdure, aiuterebbe a filtrare le lunghezze d’onda dannose della luce blu prevedendo così la degenerazione maculare legate all’età.
Kevin Ben Ali Zinati 9 luglio 2020
* ultima modifica il 09/07/2020

Te l’abbiamo detto molte volte: la dieta mediterranea è uno dei regimi alimentari più salutari per il tuo corpo. In particolare, consumare tante verdure, cereali integrali, pesce e frutta intera potrebbe rivelarsi una strategia molto efficace anche per la salute dei tuoi occhi oltre che del tuo cervello e delle funzioni cognitive. Lo suggeriscono i ricercatori del National Eye Institute, parte del National Institutes of Health statunitense: secondo i risultati di due studi pubblicati sulla rivista Alzheimer's and Dementia e condotti sulle malattie degli occhi legate all’invecchiamento, la dieta mediterranea sarebbe correlata a una maggiore funzionalità cognitiva e a una minore degenerazione maculare legata all’età. Controllare ed equilibrare la tua alimentazione, secondo i ricercatori, potrebbe davvero significare prendere il controllo della salute del tuo cervello.

La risposta cognitiva

I ricercatori hanno esaminato gli effetti sulla funzionalità cognitiva e sulla degenerazione maculare di nove componenti della dieta mediterranea. Si sono concentrati in particolare sul consumo di frutta intera, verdura, cereali integrali, noci, legumi, pesce e olio d’oliva, tutto associato a una riduzione di carne rossa e alcool. I risultati che hanno proposto sulla rivista Alzheimer's and Dementia provenivano da due studi, Areds e Areds 2, che hanno incluso rispettivamente 4000 partecipanti con e senza degenerazione maculare legata all’età e altri 4000 con la degenerazione confermata. Di questi pazienti hanno prima di tutto testato la funzionalità cognitiva a cinque anni (Areds) per poi valutarla a due, quattro e dieci anni di distanza (Areds 2). Dai risultati hanno scoperto che le persone con la più alta aderenza alla dieta mediterranea avevano ridotto del 45-50% il rischio di sviluppare danni alla funzionalità cognitiva.

Gli occhi

E i benefici per gli occhi? Dai risultati è emerso anche che le persone abituate a diete ricche di pesce e verdure, o comunque a una dieta mediterranea, nel tempo avevano sviluppato una minore degenerazione maculare legata all'età. Secondo i ricercatori americani la spiegazione sarebbe legata a due antiossidanti, la luteina e la zeaxantina, responsabili della colorazione delle verdure: viaggiando nella parte posteriore dell’occhio, lo aiuterebbero a filtrare le lunghezze d'onda dannose della luce blu ad alta energia contribuendo, di fatto, a ridurre il rischio di degenerazione maculare in tutte le fasi. Il beneficio è a doppia strada hanno spiegato i ricercatori, dal momento che la retina è un'estensione del cervello il quale, in parte, funziona proprio grazie alla vista e all'occhio.

Fonti |"Adherence to a Mediterranean diet and cognitive function in the Age‐Related Eye Disease Studies 1 & 2″ pubblicato sulla rivista Alzheimer's and Dementia

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.