La lista delle Regioni della zona rossa, arancione e gialla

Ecco la lista delle Regioni che fanno parte della zona rossa, arancione e gialla previste nel nuovo dpcm del 3 novembre in cui è stata suddivisa l’Italia per l’emergenza coronavirus.
Simona Cardillo 4 Novembre 2020
* ultima modifica il 14/12/2020

Conosciamo finalmente le Regioni che fanno parte delle tre diverse aree in cui è stata divisa l'Italia: zona rossa, zona arancione e zona gialla. Per ogni area è prevista una serie di misure restrittive ad hoc in base al rischio e alla gravità della situazione epidemiologica. Giuseppe Conte ha anche precisato che le misure previste nel nuovo Dpcm entreranno in vigore venerdì 6 novembre, invece di domani giovedì 5 novembre 2020.

Clicca qui per scoprire le misure area per area.

Vediamo insieme la lista delle Regioni che fanno parte di ogni area definita dal Governo, aggiornata al 10 novembre 2020:

Regioni della zona gialla

  • Lazio
  • Molise
  • P.A. di Trento
  • Sardegna
  • Veneto
  • Sicilia (in zona gialla dal 27 novembre 2020)
  • Liguria (in zona gialla dal 27 novembre 2020) 
  • Emilia Romagna (in zona gialla dal 5 dicembre 2020)
  • Friuli Venezia Giulia (in zona gialla dal 5 dicembre 2020)
  • Marche (in zona gialla dal 5 dicembre 2020)
  • Puglia (in zona gialla dal 5 dicembre 2020)
  • Umbria (in zona gialla dal 5 dicembre 2020)
  • Basilicata (in zona gialla dal 11 dicembre 2020)
  • Calabria (in zona gialla dal 11 dicembre 2020)
  • Lombardia (in zona gialla dal 11 dicembre 2020)
  • Piemonte (in zona gialla dal 11 dicembre 2020)

Regioni della zona arancione

  • Abruzzo (in zona gialla dal 11 dicembre 2020) 
  • Campania (in zona arancione dal 5 dicembre 2020)
  • Toscana (in zona arancione dal 5 dicembre 2020)
  • Valle D'Aosta (in zona arancione dal 5 dicembre 2020)
  • PA Bolzano (in zona arancione dal 5 dicembre 2020)

Regioni della zona rossa

  • nessuna regione (aggiornato al 11 dicembre 2020) 

Come funzionano le liste delle Regioni

Giuseppe Conte ha spiegato che questa suddivisione delle Regioni italiane in 3 aree è stata fatta valutando non solo l'indice Rt di ogni Regione, ma anche secondo 21 parametri definiti dal Comitato Tecnico Scientifico.

La lista delle Regioni per ogni area sarà valutata (ed eventualmente modificata), in base ai parametri appena elencati e all'evoluzione degli indici Rt delle singole Regioni. E' però prevista una permanenza minima di due settimane in ogni fascia.

L'autocertificazione

Nelle Regioni della zona rossa si esce di casa solo con l'autocertificazione a qualsiasi ora del giorno poiché in queste Regioni gli spostamenti (se non per i motivi previsti, che ricordiamo sono: lavoro, salute, necessità) sono vietati tutto il giorno.

Nelle altre Regioni invece l'autocertificazione sarà necessaria solo nelle fasce orarie in cio non si può uscire di casa se non per i motivi previsti (dalle 22 alle 5).

Fonte| Giuseppe Conte

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.