La sedentarietà aumenta il rischio di morire di cancro, secondo la scienza

La sedentarietà è un killer silenzioso che non solo ti espone al rischio di malattie cardiocircolatorie e un aumento di peso ma anche a un maggior rischio di morire di cancro, secondo un recente studio americano. È sufficiente rinunciare a 30 minuti al giorno di ozio sul divano a favore di un po’ di movimento per ridurre le potenziali conseguenze negative.
Valentina Rorato 30 giugno 2020
* ultima modifica il 30/06/2020

Stare seduti su una poltrona a leggere un buon libro è un’attività molto rilassante, oltre a essere molto piacevole. Diventa però un problema, quando terminato il tuo lavoro, sdraiarti o stare seduto sembra essere la tua unica fatica. La sedentarietà è molto pericolosa. E un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Jama Oncology e condotto da Susan Gilchrist, del Anderson Cancer Center presso la University of Texas, ha dimostrato che aumenta il tuo rischio di cancro. Se, invece, sostituisci 30 minuti di sedentarietà con attività di livello da lieve a moderato puoi ridurre il pericolo di morire di tumore dall'8% al 31%.

Qual è un’attività moderata? Per esempio passeggiare a velocità sostenuta, fare giardinaggio, andare in bicicletta, partecipare a una lezione di acquagym o a un corso di pilates. Non devi quindi diventare improvvisamente sportivo, ma allenarti con un po’ di voglia.

La ricerca ha coinvolto qualcosa come 8.000 individui sani il cui livello giornaliero di attività fisica è stato tracciato in maniera obiettiva con un accelerometro, per sette giorni consecutivi in periodo di tempo esteso tra 2009 e 2013.  Questo lustro di tempo è stato sufficiente per identificare che i più sedentari hanno un rischio di morire per un tumore dell'82% maggiore rispetto ai meno sedentari, anche una volta considerati fattori che possono influire come l'età, il sesso e lo stato di salute generale. In cinque anni 268 pazienti erano deceduti per cancro.

Le conversazioni con i miei pazienti iniziano sempre con il motivo per cui non hanno il tempo di esercitarsi. Dico loro di considerare di alzarsi per 5 minuti ogni ora al lavoro o di salire le scale invece dell'ascensore. Potrebbe non sembrare molto, ma questo studio ci dice che anche l'attività leggera ha benefici in termini di sopravvivenza al cancro”, ha spiegato l’autrice, Susan Gilchrist. “Il nostro prossimo passo sarà indagare come la sedentarietà influisca sull'incidenza (ovvero sulla frequenza con cui colpiscono) di differenti tumori e se sesso ed etnia fanno la differenza".

Fonte |  "Association of Sedentary Behavior With Cancer Mortality in Middle-aged and Older US Adults" pubblicato sul Jama Oncology il 18 giugno 2020

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.