L’abuso di alcol aumenta il rischio di cancro e saperlo potrebbe incoraggiarti a consumarne meno

Uno studio australiano ha dimostrato come essere ben consapevoli di tutti i rischi a cui si va incontro quando si esagera nei consumi di bevande alcoliche possa incoraggiare le persone a smettere. I giusti messaggi insomma possono salvare delle vite.
Giulia Dallagiovanna • 2 Agosto 2021
* ultima modifica il 02/08/2021

L'abuso di alcol aumenta il rischio di cancro. Per i medici non è una novità: si sa da tempo che le bevande alcoliche favoriscono l'insorgenza di alcuni tumori, in particolare quello del fegato, di malattie croniche e di morte prematura. Il punto è che non lo sapevi tu. Mi spiego meglio, uno studio del George Institute for Global Health, un istituto di ricerca con sede in Australia, ha dimostrato come essere al corrente di tutti i rischi concreti che corri assumendo drink in modo sgregolato potrebbe incoraggiarti a smettere.

Su Medical Facts la dottoressa Alessandra Taraschi, medico della Federazione italiana medici di medicina generale (FIMMG), ha raccontato qualcosa di simile rispetto a un paziente di 18 anni che avevo preso appuntamento per la classica visita che precede la patente. Il ragazzo si era dimostrato ben conscio dei possibili pericoli che si nascondevano dietro alle sostanze stupefacenti, ma ignorava quasi del tutto quelli altrettanto seri rappresentati dall'alcol. L'Istituto superiore di sanità riporta che ogni giorno solo in Italia muoiono 48 persone per cause legate all'abuso di questa sostanza. A fine anno si raggiunge quota 17mila.

Ogni giorno in Italia muoiono 48 persone per cause legate all'abuso di alcol

La professoressa Simone Pettigrew, prima autrice dello studio, ha spiegato come informare le persone sul fatto che l'alcol sia cancerogeno possa essere il messaggio più convincente per stimolare anche una limitazione nei consumi. Alla sperimentazione hanno preso parte 8mila persone profilate come bevitori, che sono state seguite per 6 settimane e in questo arco di tempo hanno compilato tre sondaggi online.

Inoltre sono stati sottoposti loro alcuni messaggi. Un gruppo ha visto la pubblicità progresso del governo australiano che informava il pubblico su come l'alcol aumentasse effettivamente il rischio di cancro, un altro invece ha ricevuto solo semplici messaggi su come cambiare le proprie abitudini dannose e infine a un terzo è stata somministrata una combinazione tra i due.

Chi aveva scoperto la relazione tra alcol e tumore aveva anche ridotto le quantità assunte ogni giorno.

Insomma il problema è che spesso siamo inconsapevoli del pericolo a cui andiamo incontro. Forse perché l'alcol non è mai stato bandito dalla nostra cultura, come invece accade alle droghe, o forse perché non è mai stata realizzata una vera campagna di sensibilizzazione, come quella contro il fumo.

E quindi oggi beviamo per festeggiare, oppure per tirarci su di morale, o per rilassarci. In ogni caso beviamo e lo facciamo soprattutto durante il weekend. Il fenomeno del binge drinking interessa circa il 20% dei ragazzi tra i 18 e i 24 anni, ma probabilmente comincia già dalla fasce più giovani. In realtà, per avere un consumo consapevole di alcol, dovresti rimanere entro i 4 bicchieri di vino al giorno se sei donna ed entro i 6 se sei uomo. E soprattutto non concentrare in una sera il quantitativo di un'intera settimana.

Fonti| "A randomized controlled trial of the effectiveness of combinations of ‘why to reduce’ and ‘how to reduce’ alcohol harm-reduction communications" pubblicato su Addictive Behaviorsil 3 giugno 2021; Istituto superiore di sanità

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.