Le 5 spiagge più belle della Sardegna dove andare in vacanza

Voglia di fare un tuffo in uno dei mari più belli al mondo? In questo articolo troverai cinque spiagge da visitare assolutamente in caso tu stia progettando un viaggio in Sardegna. Dal Nord al Sud dell’isola, in questa mini lista potresti trovare il tuo angolo di paradiso.
Michele Mastandrea 24 Luglio 2022

La Sardegna, per gli amanti del mare, è sinonimo di paradiso. Lungo tutti i circa 1.600 chilometri di costa dell'isola si possono infatti trovare spiagge magnifiche, con colori e scenari da sogno.

Se hai in mente un viaggio in Sardegna e cerchi qualche consiglio, sei arrivato nel posto giusto. In questo articolo potrai trovare infatti cinque delle più belle località marittime da visitare sull'isola.

Chia

Chia

Iniziamo dalla costa sud dell'isola, dove puoi visitare le spiagge della splendida località marina di Chia. Parte del Comune di Domus de Maria, Chia si divide a sua volta in numerose spiagge, lungo circa 7 chilometri di litorale.

Tra le più belle, vanno citate sicuramente Cala Cipolla e Su Giudeu, quest'ultima vicina allo Stagno di Spartivento, dove potrai ammirare la bellezza dei fenicotteri rosa. La spiaggia di Porta Campana è invece famosa per le sue dune di sabbia bianca, alte fino a 20 metri. In generale, tutte le spiagge della zona sono caratterizzate da bassi fondali, cosa che le rende ideali anche per i bambini.

Questa zona ti piacerà anche se sei amante di specialità sportive come surf e kitesurf. Accade a causa della presenza costante del maestrale, uno dei venti più rinfrescanti che spazzano la Sardegna e per questo tra i più amati. Soprattutto di fronte alle alte temperature di questo periodo dell'anno.

Tuerredda

Tuerredda

A circa 50 chilometri da Cagliari (siamo dunque nella parte meridionale dell'isola), c'è la splendida spiaggia di Tuerredda. Parte del comune di Teulada, non lontana da Chia, è una delle spiagge più sconvolgenti dell'isola.

Situata sulle rive di Capo Spartivento, circondata dalla macchia mediterranea, si estende per circa mezzo chilometro. I colori del mare ricordano quelli dei Caraibi, la sabbia è chiara e finissima.

A cento metri dalla spiaggia c'è l'isolotto da cui la località prende il nome, raggiungibile anche a nuoto (è a 150 metri) per chi ha buoni polmoni e voglia di una breve esplorazione.

Cala Luna

Cala Luna

Ci vogliono due ore di cammino o il noleggio di un gommone per arrivare a Cala Luna, una delle spiagge più belle del Golfo di Orosei, località in provincia di Nuoro. Si tratta di una piccola spiaggia di sabbia e ghiaia, a forma di mezzaluna, con alle spalle una foresta di oleandri.

L'arco di roccia alle spalle della spiaggia rende il luogo davvero particolare, e a pochi metri dalla costa l'acqua diventa subito profonda. Proprio per questo motivo Cala Luna è un'ottima meta anche per chi ama le immersioni e lo snorkeling.

Per la sua bellezza Cala Luna è spesso stata scelta per girare scene cinematografiche, così come le altre spiagge della zona, a partire da Cala Goloritzé. Volendo, a pochi chilometri di distanza sono presenti le Grotte del Bue Marino, anch'esse meritevoli senza dubbio di una visita.

’La Pelosa’ di Stintino

La Pelosa

Si tratta di una delle spiagge più famose della Sardegna, localizzata a Stintino, a nord di Sassari, esattamente di fronte alla meravigliosa isola dell'Asinara. La località è facilmente riconoscibile per la torre aragonese di fronte alla riva, chiamata appunto ‘La Pelosa'.

I suoi colori sono così belli da sembrare quasi parte di un quadro, con l'azzurrino cristallino del mare che contrasta con la bianchissima e sottilissima sabbia. Questa bellezza rende l'isola molto affollata soprattutto d'estate, quindi il consiglio è di scegliere maggio, giugno o settembre per visitarla, o quantomeno di non andarci a Ferragosto!

Ricorda poi che da qualche anno ci sono delle regole molto precise per visitare questo paradiso naturale. ‘La Pelosa' è accessibile infatti solo su prenotazione e previo il portare con sé una stuoia adatta a non raccogliere e dunque a portare via la sabbia, uno degli ingredienti che rende così favolosa questa località.

Oasi di Bidderosa

Oasi di Biderosa

Composta da cinque calette all'interno di un'area protetta nel nord-est dell'isola, divise da scogli rossi di granito, l'Oasi di Biderosa è senza dubbio un'altra meta da sogno della Sardegna nord-orientale. Gli 860 ettari del Parco Naturale formato da boschi e macchia mediterranea si gettano in un mare dai colori tra il turchese e lo smeraldo, all'interno di uno scenario dove dominano il silenzio e la quiete.

Al mare si arriva attraverso i numerosi sentieri presenti all'interno del parco, passando per ginepri, sugheri e lecci. Inutile dire quanto sia meraviglioso affrontare un percorso di trekking nel Parco, raggiungendo una serie di punti panoramici da cui si la vista si estende su un'area naturalistica così bella.

Attenzione però a una cosa, se stai preparando un viaggio in zona. L'accesso per auto e moto, almeno in alta stagione, è a numero chiuso, al fine di preservare al meglio l'incantevole bellezza della località.