Le citochine: cosa sono e quale funzione hanno nel tuo organismo

Queste proteine vengono nominate spesso, sia quando si parla di tumore che negli ultimi giorni, a proposito del Covid-19. Proviamo allora a capire meglio cosa siano e come agiscano all’interno del tuo corpo.
Dott. Albert Kasongo Medico vaccinatore
12 maggio 2020 * ultima modifica il 09/06/2020

Le citochine sono piccole proteine prodotte da vari tipi di cellule che dopo essersi legate a recettori specifici presenti sulla membrana cellulare, solitamente in risposta a uno stimolo, inducono la stessa cellula a compiere attività quali la differenziazione, la crescita o la morte. Una volta secrete, possono svolgere la loro azione all’interno delle cellule che le hanno prodotte (effetto autocrino), possono indurre reazioni nelle cellule adiacenti (effetto paracrino) oppure possono modificare il comportamento di cellule lontane (effetto endocrino). Si possono distinguere 4 gruppi:

  1. Ematopoietine : includono diverse interleuchine e Fattori di crescita (ad es. Epo)
  2. Famiglia dei TNF (Fattori di Necrosi Tumorale)
  3. Chemochine
  4. Interferoni : inducono le cellule a resistere alle infezioni virali

A cosa servono

Come già detto, le citochine influenzano la sopravvivenza cellulare, stimolano la proliferazione, il differenziamento e la migrazione cellulare. Da un punto di vista di effetto biologico, le citochine hanno proprietà :

  • Pleiotropiche : una citochina può agire su diverse cellule dando per ognuna effetti diversi
  • Ridondanti : due o più citochine svolgono la stessa azione su una stessa cellula amplificando così il loro effetto
  • Sinergiche : l’azione combinata di due o più citochine ha effetti maggiori rispetto alla somma degli effetti delle singole citochine
  • Antagoniste : l’effetto di una citochina può contrastare l’effetto di un’altra citochina

Citochine e tumore

Vi sono numerosi studi che hanno dimostrato un aumentato rischio di sviluppare tumori nei soggetti affetti da malattie infiammatorie croniche (coliti, epatiti). Durante il processo infiammatorio cronico vengono rilasciate numerose sostanze, fra cui TNF-alfa e IL-6 (Interleuchina-6),le quali riducono l’attività della proteina p53 (il più potente soppressore tumorale) e stimolano la proliferazione delle cellule tumorali, la loro disseminazione e la loro sopravvivenza.

Citochine e Covid-19

È ormai noto che in molti pazienti deceduti per Covid-19 siano stati riscontrati nel sangue livelli elevati di IL-6. Quest’infezione colpisce le cellule delle vie respiratorie. Nel momento in cui una cellula riconosce una componente virale, dunque estranea, rilascia nel sangue e nell’organo stesso le citochine infiammatorie, tra cui IL-6, le quali scatenano una risposta immunitaria nei confronti del virus. Vi sono casi in cui queste citochine vengono prodotte in quantità esagerate portando a vere e proprie tempeste infiammatorie che vanno a distruggere le pareti dei vasi con conseguente accumulo di liquido (a livello polmonare) e distruzione delle cellule polmonari stesse.

Citochine dell'immunità innata

L’immunità innata fornisce una risposta immediata e aspecifica nei confronti dei microrganismi patogeni responsabili dell’infezione. Quando viene rilevato un antigene, i globuli bianchi e altre cellule del sistema immunitario producono citochine che hanno varie funzioni:

  • Stimolano i globuli bianchi ad agire in maniera più efficace
  • Richiamano altri globuli bianchi verso l’area interessata
  • Stimolano/inibiscono l’attività del sistema immunitario
  • Interferiscono con la replicazione del virus (Interferoni)
Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli studi “Aldo Moro” di Bari, ha maturato esperienza in numerosi ambiti collaborando con diverse altro…
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.