Le proposte dei pediatri per educare i bambini alla salute a partire dalla scuola

Educazione alla nutrizione accanto alle nozioni di storia, l’importanza dello sport oltre alle regole della matematica. La Società italiana di Pediatria (SIP) ha avanzato 5 proposte per fare avvicinare meglio i bambini a uno stile di vita sano. Si tratterebbe di un investimento sul futuro della persona e dell’intera società.
Giulia Dallagiovanna 3 Giugno 2021
* ultima modifica il 03/06/2021

Chi sei dipende anche da quale infanzia hai avuto, dall'ambiente in cui sei cresciuto. E persino dalle generazioni che ti hanno preceduto. E se ti sarà facile notarlo a livello di comportamento, forse non avrai mai pensato che questa affermazione è vera anche quando si parla di salute, dal punto di vista fisico oltre che mentale. Una questione su sui cui la Società Italiana di Pediatria (SIP) vuole risvegliare l'attenzione, con cinque proposte pensate direttamente per la scuola.

"Il pediatra non è più solo il medico di neonati, bambini e ragazzi, ma è il medico dell'intera vita e anche delle generazioni successive. Ognuno di noi, infatti, è l'espressione di quelli che sono stati i suoi genitori, i suoi nonni e i suoi bisnonni – ha spiegato Alberto Villani, presidente uscente della SIP. – Per questo il ruolo del pediatra è importante: far sì che si instaurino degli stili di vita corretti fin dall'età evolutiva, significa non solo coltivare la salute del bambino ma coltivare quella che sarà la sua salute da adulto e, soprattutto, avere un occhio che guarda lontano".

E si parte dalle scuole non per attribuire loro una responsabilità in più e toglierla invece alle famiglie. Ma perché è un luogo in cui i bambini sono tutti uguali, tutti nelle stesse condizioni, al di là delle possibilità economiche dei genitori o degli eventuali problemi che possono esserci a casa.

Il punto fondamentale, quindi, è educare. Non pensare che un bambino debba imparare solo nozioni di storia o matematica, seppur importantissime, ma essere anche avvicinato a temi come la nutrizione sana e l'importanza dello sport.

Si muovono proprio in questi ambiti le cinque proposte dei pediatri:

  1. Incentivare la scuola a tempo pieno, per fare in modo che il momento del pasto diventi occasione in cui imparare cosa mangiare e come prepararlo
  2. Trasmettere il valore nutritivo dei cibi
  3. Garantire sempre la pratica dell'attività sportiva anche a scuola
  4. Praticare attività musicali
  5. Educare i bambini al bello

"La scienza è riuscita a dare la giusta rilevanza ai fattori ambientali uniti alla genetica, e ha finalmente permesso di dimostrare la possibilità di modulare il patrimonio genetico dell'individuo per ottimizzarne le potenzialità – ha aggiunto Villani. – Ogni individuo che nasce è un tesoro prezioso da coltivare e per questo è fondamentale intervenire precocemente per garantire i migliori risultati: il benessere in età evolutiva è un patrimonio per tutta la vita, quindi agire sul bambino significa agire sull'uomo, sul futuro".

Fonte| Comunicato stampa SIP del 25 maggio 2021

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.