L’unghia nera: come trattare un piccolo trauma al quale potresti andare incontro

L’unghia nera è causata da un trauma che ha portato alla rottura dei vasi sanguigni presenti al di sotto. In termini medici si parla infatti di ematoma sub ungueale e di solito si risolve da solo, avendo cura di non esporre il dito a carichi eccessivi o al rischio di nuovi colpi. Per questo motivo, si consiglia l’uso di scarpe adatte.
Dott. Albert Kasongo Medico vaccinatore
15 settembre 2020 * ultima modifica il 15/09/2020

Per unghia nera si intende un’alterazione cromatica di un'unghia, tendente al nero, solitamente conseguente all’accumulo di sangue al di sotto di essa. Questa condizione prende il nome di ematoma sub ungueale o, più comunemente, appunto, unghia nera.

I sintomi

I primi sintomi dell'unghia nera sono dolore e senso di pressione al di sotto dell’unghia. A questo si accompagna un cambiamento di colore e, a volte, anche di consistenza dell’unghia che potrà presentarsi molle. È importante considerare lo stato dell’unghia poiché potrebbe risultare utile al fine di determinare le cause che hanno portato a questa situazione. In caso d’infezione, infatti, l’unghia, piuttosto che molle, risulterà fragile e avrà tendenza a sfaldarsi.

Le cause

La causa principale è rappresentata dai traumi. La rottura dei vasi sanguigni presenti al di sotto delle unghie, a seguito di urti accidentali, traumi sportivi, utilizzo di calzature inadatte per lungo tempo e via dicendo, porta ad un accumulo di sangue che rimane intrappolato all’interno della pelle causando un ematoma. Fra le altre cause troviamo:

  •  Infezioni: possono essere batteriche o fungine (onicomicosi). Le ultime sono più diffuse e portano le unghie a sfaldarsi poiché fragili.
  • Melanomi
  •       Disturbi renali o surrenali
  •           Assunzione di alcuni farmaci

Come si trattano

Com'è ovvio, il trattamento per l'unghia nera dipenderà dalla causa che ha scatenato la condizione. In caso di traumi lievi si può applicare del ghiaccio, mantenere la parte sollevata, comprimere la parte per limitare la fuoriuscita di sangue e tenere a riposo la zona. Se il trauma dovesse essere di maggiore entità sarà necessario rivolgersi a un medico che potrà, fra le varie cose, praticare dei fori sull’unghia per permettere al sangue di defluire o ricorrere a interventi chirurgici. In caso d’infezione, invece, si può ricorrere all’uso di farmaci a uso topico (creme, unguenti, smalti medicati) o sistemico. Se dovesse dipendere da condizioni patologiche sarà opportuno trattare la malattia.

Si può praticare sport?

Considerato il fatto che una delle cause delle unghie nere è rappresentato dai traumi sportivi o dall’utilizzo di calzature inadatte per i podisti, non è propriamente indicato continuare a sottoporre la zona a questi continui stimoli che non farebbero altro che peggiorare la situazione. È consigliato quindi diminuire i carichi di lavoro finché sintomi come il dolore e la pressione siano scomparsi. La colorazione nera dell’unghia impiegherà più tempo per scomparire.

Come si prevengono

Per prevenire le unghie nere sarà opportuno scegliere calzature adatte, mantenere le unghie sempre corte e prestare la massima attenzione quando si praticano sport da contatto.

Laureato in Medicina e Chirurgia all’Università degli studi “Aldo Moro” di Bari, ha maturato esperienza in numerosi ambiti collaborando con diverse altro…
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.