Otalgan: il foglietto illustrativo

Otalgan è un medicinale di automedicazione indicato per placare le infezioni che interessano l’orecchio. Vediamo quali sono le modalità di assunzione e come conservare correttamente il farmaco.
1 Dicembre 2020
* ultima modifica il 01/12/2020

Otalgan è un antidolorifico che placa le infezioni insorte nell'orecchio.

Che cos'è Otalgan e a che cosa serve

Otalgan è un antidolorifico ed antinfiammatorio nelle affezioni dell’orecchio senza perforazione timpanica.

Questo è un medicinale di automedicazione che potete usare per curare disturbi lievi e transitori facilmente riconoscibili e risolvibili senza ricorrere all’aiuto del medico.

Cosa deve sapere prima di prendere Otalgan

Otalgan non deve essere usato in caso di perforazione della membrana timpanica o ipersensibilità individuale accertata verso i componenti del prodotto.

Si consiglia di intiepidire il flacone prima dell’uso. Il prodotto può essere usato a qualsiasi età.

Avvertenze e precauzioni

Prima di somministrare il prodotto, quale misura precauzionale, assicurarsi dell’integrità della membrana del timpano. Nella primissima infanzia il prodotto deve essere somministrato sotto il diretto controllo del medico e solo nei casi di effettiva necessità. Non protrarre la somministrazione del farmaco oltre i 10 giorni; in ogni caso dopo breve periodo di trattamento, 1–2 giorni, senza risultati apprezzabili, consultare il medico.

Altri medicinali e Otalgan

Se state usando altri medicinali chiedete consiglio al vostro medico o farmacista.

Gravidanza e allattamento

In gravidanza e nell’allattamento Otalgan deve essere usato solo dopo aver consultato il medico e aver valutato con lui il rapporto rischio/beneficio nel proprio caso.

Come prendere Otalgan

Attenzione: non superare le dosi indicate senza il consiglio del medico ed usare solo per brevi periodi di trattamento.

Instillare nel condotto uditivo esterno 2– 4 volte al giorno:

Adulti: 5 – 8 gocce ogni volta;

Bambini: 4 – 5 gocce ogni volta.

Se prende più Otalgan di quanto deve

In caso di assunzione accidentale di una dose eccessiva di Otalgan avvertite il Medico o rivolgetevi al più vicino ospedale.

Possibili effetti indesiderati

I prodotti per applicazione topica possono dare origine a fenomeni di sensibilizzazione o di irritazione. In tali casi interrompere il trattamento e consultare il medico. In caso di perforazione del timpano, il prodotto, a contatto con la struttura dell’orecchio medio, può determinare effetti collaterali di tale livello.

L’uso del fenazone, sia pure per via sistemica, è stato associato ad un elevato rischio di agranulocitosi. Questo farmaco, come la procaina, può dare reazioni allergiche in soggetti sensibilizzati ed in seguito ad adsorbimento sistemico, anche manifestazioni anafilattiche.

Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati che sono generalmente transitori. Quando si presentano è tuttavia opportuno consultare il medico o il farmacista; è importante comunicare al medico o al farmacista la comparsa di effetti indesiderati non descritti nel foglio illustrativo.

Richiedere e compilare la scheda di segnalazione degli Effetti indesiderati disponibile in farmacia (modello B).

Come conservare Otalgan

Attenzione: non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Tenere il medicinale fuori dalla portata dei bambini; è importante avere sempre a disposizione le informazioni sul medicinale, pertanto conservate sia la scatola che il foglio illustrativo.

Non conservare al di sopra di 30°C, in luogo asciutto e al riparo dalla luce.

Contenuto della confezione e altre informazioni

Cosa contiene Otalgan

Principio attivo: 100 g contengono: procaina cloridrato 1g,  fenazone 5 g.

Eccipienti: glicerolo, butilidrossianisolo

Descrizione dell'aspetto di Otalgan e contenuto della confezione

Otalgan si presenta in forma di gocce auricolari contenute in un flacone trasparente da 6 g con contagocce e chiusura di sicurezza.

Fonte| Foglietto illustrativo Aifa aggiornato al 21-07-2018

DISCLAIMER: Le informazioni contenute in questo articolo possono non corrispondere all'ultimo aggiornamento del foglietto illustrativo. Per consultare l'ultima versione puoi visitare il sito dell'AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco). Per capire meglio come si legge il foglietto illustrativo di un farmaco, qui puoi trovare la guida della farmacista.

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.