Perdere peso non fa sempre bene alla salute (soprattutto se non sei in sovrappeso)

Se sei già magro, perdere peso non ha senso. Non solo non migliora la tua forma fisica, ma ti espone a diversi rischi per la salute. Un recente studio ha dimostrato che i magri che voglio dimagrire intenzionalmente possono aumentare le loro possibilità di ammalarsi di diabete.
Valentina Rorato 5 Ottobre 2022
* ultima modifica il 15/10/2022

Perdere peso può essere di grande aiuto per prevenire alcune malattie, come il diabete, ma non è per tutti così. Dipende molto dalla peso e dalla forma fisica. Secondo uno studio su quasi 200.000 persone, la perdita di peso intenzionale può portare benefici per la salute a lungo termine alle persone con obesità, indipendentemente dal metodo o dalla strategia che utilizzano. Ciò non vale per gli individui magri: in questo caso perdere forzatamente peso può essere controproducente.

Come ben sai, l'obesità può aumentare i rischi maggiori di malattie croniche, tra cui il diabete di tipo 2. Il controllo del peso può essere una strategia efficace per prevenire e gestire questa malattie e quelle correlate, sebbene il cambiamento di peso a lungo termine e il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 non siano ben studiati. E' un campo ancora abbasta vergine, da un punto di vista scientifico.

Qi Sun e colleghi della TH Chan Harvard School of Public Health hanno coinvolto un gruppo esteso di partecipanti sani, provenienti da tre studi di coorte prospettici dal 1988 al 2017. Gli individui avevano un'età compresa tra 24 e 78 anni ed erano prevalentemente donne. Hanno raggruppato i metodi che hanno portato a una perdita di peso di oltre 4,5 kg in sette categorie: dieta ipocalorica, esercizio fisico, dieta ipocalorica più esercizio fisico, digiuno, programma commerciale di perdita di peso, pillole dimagranti e una combinazione di digiuno, pillole commerciali e dietetiche (FCP).

L'esercizio si è dimostrato il metodo più efficace per il controllo e la prevenzione del peso a lungo termine negli individui con obesità ed è associato al minor aumento di peso dopo quattro anni.  Nel corso di 24 anni, le persone obese che facevano esercizio fisico avevano un rischio inferiore del 21% di diabete e coloro che assumevano pillole dimagranti avevano un rischio inferiore del 13%. Le persone in sovrappeso e che facevano esercizio fisico, avevano un rischio inferiore del 9% di diabete di tipo 2 e coloro che assumevano pillole dimagranti avevano un rischio maggiore di diabete del 42%. La notizia davvero interessante è un'altra: negli individui magri, tutta la perdita di peso era associata a un aumento del rischio di tipo 2 diabete. 

Le persone magre che facevano esercizio per perdere peso avevano un rischio maggiore di diabete del 9% e le persone magre che assumevano pillole dimagranti o seguivano un programma commerciale di perdita di peso per perdere peso avevano un rischio maggiore di diabete del 54%.

Gli autori concludono che mentre la perdita di peso può essere benefica per coloro che sono in sovrappeso e obesi, le strategie di perdita di peso non portano gli stessi guadagni per le persone magre e le strategie di perdita di peso dovrebbero essere utilizzate solo da coloro che ne hanno bisogno dal punto di vista medico.

Fonte | Weight loss strategies, weight change, and type 2 diabetes in US health professionals: A cohort study pubblicato su PLOS il 27 settembre 2022

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.