Prendersi cura della pelle anche se si è in cura per un tumore: i consigli del professor Antonino Di Pietro

I farmaci che vengono somministrati quando si è in terapia contro il cancro possono alterare le cellule della pelle e indebolire il tessuto. Ma prendersi cura di se stesse e mantenere la propria autostima è importante, anche se si sta affrontando un periodo così delicato. E proprio questo sarà lo scopo di una serie di webinar gratuiti organizzati dalla onlus Salute allo Specchio, collegata all’Ospedale San Raffaele di Milano.
Giulia Dallagiovanna 23 Novembre 2020
* ultima modifica il 23/11/2020
Con la collaborazione del Prof. Antonino Di Pietro Direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis presso il Palazzo della Salute Wellness Clinic di Milano

Una diagnosi di tumore è un po' uno spartiacque. C'è un prima, tranquillo e libero da malattia, e poi una nuova quotidianità fatta di visite, terapie e preoccupazioni per la propria salute. E alla fine si rischia di concentrare tutte le attenzioni sulla progressione della patologia, dimenticandosi che nel frattempo esiste la vita. Ma è importante che tu ti senta bene con te stessa, per quanto è possibile, anche se sai di avere un cancro al seno e anche se la chemioterapia ha provocato una caduta dei capelli. Prendersi cura di un aspetto fisico che allo specchio si vede così cambiato aiuta a non perdere di vista chi sei, al di là della neoplasia. E si può partire dalla pelle.

Le condizioni della pelle sono legate anche alle sostanze che introduciamo nel nostro organismo – ci ha spiegato il professor Antonino Di Pietro, direttore dell’Istituto Dermoclinico Vita Cutis presso il Palazzo della Salute Wellness Clinic di Milano. –  Spesso i farmaci, utilizzati per curare le malattie oncologiche, possono alterare e indebolire la pelleÈ quindi importante aiutarla a rigenerarsi, a mantenere tonicità, elasticità e idratazione".

I giusti prodotti di make up, ma anche la crema adeguata alle tue necessità potranno entrare a far parte di una nuova beauty routine che forse, il giorno in cui il medico ti ha comunicato la diagnosi, ti sembrava impossibile addirittura da immaginare. "A questo scopo sono sicuramente importanti una corretta detersione e l’uso di dermocosmetici, ricchi di principi attivi come la fospidina e la vitamina E, adatti a rigenerare le cellule", aggiunge il professore.

I farmaci possono indebolire la pelle, è importante aiutarla a rigenerarsi

E proprio questo sarà l'argomento del primo di una serie di webinar gratuiti organizzati da Salute allo Specchio, una onlus collegata all'IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano. Lo scopo dell'associazione è proprio quello di aiutare le pazienti oncologiche a ritrovare la consapevolezza e la fiducia in se stesse, durante il delicato percorso di cura che tutte loro devono affrontare.

Gli incontri cominceranno martedì 1 dicembre, dove ospite sarà proprio il professor Di Pietro, e proseguiranno il 16 dicembre per parlare di alimentazione sana, ovvero di una dieta che favorisca la prevenzione, ma che allo stesso tempo non sia sinonimo di regole drastiche e rinunce troppo rigide. Il secondo webinar sarà tenuto dal dottor Stefano Erzegovesi, primario del Centro Disturbi del Comportamento alimentare dell’IRCCS Ospedale San Raffaele Turro, e dalla dottoressa Alice Cancellato, biologa nutrizionista dello stesso ospedale.

Ma l'aspetto che forse va più sottolineato di questo calendario, è che sono previsti anche incontri per affrontare tutti quegli argomenti che potrebbero mettere più in difficoltà, per non dire dei veri e propri tabù. Ci sarà quindi un tutorial su come truccarsi anche mentre si è in terapia e discussioni sul ruolo dell'attività fisica, ma anche dei possibili effetti dei farmaci sulla vita sessuale e di come la malattia può anche incidere sulla vita di coppia o familiare. Insomma ci sarà lo spazio per parlare davvero di tutto. Se vuoi partecipare, ricordati di iscriverti, inviando una mail a saluteallospecchio@gmail.com.

Fonte| Comunicato stampa di IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.