Quando fare la mammografia? Uno studio inglese rivela che farla a 40 anni può aiutare a combattere il tumore

Grandi novità per l’universo femminile. Uno studio inglese dell’UK Age Trial durato 23 anni, pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet Oncology, ha dimostrato che fare la mammografia tra i 40 e i 48 anni può aiutare a ridurre del 25% la possibilità di contrarre il tumore. La ricerca ha coinvolto 160.000 donne.
Francesco Li Volti 24 settembre 2020
* ultima modifica il 24/09/2020

Se sei una donna, ti sarai sicuramente chiesta: quando dovrei iniziare a fare la mammografia? La risposta può variare chiaramente in base alla tua storia familiare, alla densità del seno, allo stile di vita o a fattori  esterni, ma i medici comunemente consigliano che le donne vengano sottoposte agli screening per il cancro al seno almeno entro i 50 anni. Tuttavia, uno studio dell'UK Age Trial, pubblicato sulla rivista scientifica The Lancet Oncology, ha rivelato che iniziare a fare le mammografie intorno ai quarant'anni, potrebbe avere un grande impatto sul tasso di mortalità della malattia.

Lo studio

Come dicevamo, questo studio ha coinvolto 160.921 donne di età compresa tra i 39 e i 41 anni, provenienti dall'Inghilterra, il Galles e la Scozia, reclutate tra il 1990 e il 1997. Un terzo delle partecipanti (53.883) è stata invitata annualmente a sottoporsi alla mammografia fino a 48 anni; gli altri due terzi delle donne (106.953) hanno iniziato con gli screening al seno a cinquant'anni, come avviene solitamente.

La ricerca è durata 23 anni e ha coinvolto più di 160.000 donne da tutta la Gran Bretagna

Dopo 10 anni i ricercatori hanno scoperto che solo 83 donne del primo gruppo erano morte di cancro al seno, rispetto alle 219 del secondo gruppo. I ricercatori hanno così concluso che gli screening mammografici più precoci e più frequenti (screening annuali che iniziano intorno all'età di 40-41 anni rispetto a ogni 3 anni a partire dai 50 anni) possono essere associati a una riduzione della mortalità per cancro al seno. Di conseguenza, lo studio dell'UK Age Trial suggerisce di ridurre dai 50 ai 40 anni l'età in cui iniziare a fare le mammografie, visto che c'è il 25% di possibilità in più di scongiurare la malattia.

Quando fare la mammografia

L'American Cancer Society raccomanda alle donne di sottoporsi alle mammografie annualmente, soprattutto a quelle tra i 45 e 54 anni. Discorso diverso per quelle tra i 40 e i 44 anni: la società americana indica che "sarebbe consigliabile" fare la mammografia, ma che comunque resta una scelta individuale.

Anche le nuove linee guida dettate dall'Europa sul test della mammografia concordano con quanto detto dall'American Cancer Society, anche se sconsigliano di fare questi screening troppo presto, in quanto la mammografia a un seno giovane può comportare un aumento dei "falsi positivi". Infatti più il seno è “opaco” ai raggi X (e quindi di difficile lettura), più alto sarà il rischio di un test falsato. Resta fondamentale comunque assicurare lo screening alle donne nella fascia 50-69 anni, dove l’incidenza del carcinoma del seno è molto più alta.

Fonti| "Effect of mammographic screening from age 40 years on breast cancer mortality (UK Age trial): final results of a randomised, controlled trial" pubblicato su The Lancet Oncology, il 12 agosto 2020; American Cancer Society Guidelines for the Early Detection of Cancer

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.