Si può giocare in spiaggia quest’anno? Te lo spiegano direttamente i bambini

Ma si potrà giocare o fare il bagno in mare? Dovremo stare tutti a un metro di distanza? E soprattutto quanto è lungo un metro? Nell’ultimo video di Ohga tornano i bambini che parlano direttamente ai loro amici e coetanei, in modo che tutti capiscano bene cosa si potrà e non si potrà fare durante queste vacanze. Persino gli adulti.
Giulia Dallagiovanna 8 luglio 2020
* ultima modifica il 08/07/2020

Hai imparato come ti devi comportare a casa tua, nella tua città. Hai modificato ogni tuo gesto cercando di renderlo il più sicuro possibile, per te e per gli altri. E così sali sui mezzi pubblici con la mascherina, ti lavi le mani ogni volta che riesci, resti a un metro di distanza anche dagli amici più stretti. Ma come potrai fare quando andrai in vacanza? E soprattutto, come lo spiegherai ai tuoi figli? In realtà, a quello ci hanno già pensato loro. Nell'ultimo video di Ohga, tornano i bambini che spiegano ai bambini, perché solo loro sanno come si parla davvero a un proprio coetaneo.

Ecco allora le risposte a tutte le domande dei più piccoli: come mi devo comportare in spiaggia? Dovremo stare tutti a un metro di distanza? E soprattutto, quanto è lungo un metro? Facile: "Se sei un bambino come me, è lungo quanto te".

La buona notizia è che ci sarà più spazio per tutto, anche per giocare. E quindi via con tutte le classiche attività da mare, rigorosamente senza contatto, come i racchettoni o la gara di tuffi. Sì, perché, che sia ben chiaro, il bagno non te lo toglie nessuno, nemmeno quest'anno.

Un gioco importantissimo quest'anno? Raccogliere tutti i rifiuti che si trovano, però indossando i guanti

Ma il Coronavirus non è l'unica minaccia alla tua salute e non dovrà farti dimenticare tutte le altre misure di sicurezza che, magari senza pensarci troppo, hai sempre adottato. Un esempio su tutti: la crema solare, che forse qualche bambino mal sopporta, ma che diventa ancora più importante per loro, che sotto l'ombrellone ci rimangono ben poco.

Infine, mai come quest'estate è importantissimo ricordarsi dell'ambiente. E quindi, dopo essersi messi i guanti, si potrebbe anche giocare a raccogliere un po' di rifiuti che persone incivili distribuiscono in giro. Magari cantando la divertentissima canzone sulla raccolta differenziata che trovi nel video e che potrebbe diventare il tormentone estivo di tutta la famiglia.

Credits video:

Una produzione Ciaopeople
Video ideato e diretto da Luca Iavarone
Casting e Aiuto regia: Paola Mirisciotti
Dop: Fabrizio Acampora
Motion graphics: Lorenzo Goodman
Color: Gianluca Cesarano
Fonica: Adriano Poledro
Organizzazione: Danilo Zanghi
Autori: Luca Iavarone e Elena Zuccaccia

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.