Sinusite: uno spray a base di lattobacilli potrebbe aiutare a lenire i sintomi

I lattobacilli sono batteri che popolano la tua flora intestinale e genitale e ti difendono dall’attacco di patogeni esterni. Un team di ricerca ha scoperto che un ceppo di questi si è evoluto ed è in grado di sopravvivere anche all’interno delle vie aree. Potrebbe quindi aiutare chi soffre di sinusite a tenere a bada l’infiammazione.
Giulia Dallagiovanna 28 maggio 2020
* ultima modifica il 04/06/2020

Nella maggior parte dei casi non è una malattia pericolosa, ma la sinusite è sicuramente molto fastidiosa e se ne soffri lo saprai bene. L'infiammazione delle muscose di naso e dei seni paranasali può infatti aumentare la produzione di muco e renderti quindi difficile respirare e potresti avvertire mal di testa, tosse e fatica a percepire i sapori. A volte può sopraggiungere anche la febbre. Le opzioni di cura non sono tantissime, ma un nuovo studio pubblicato su Cell Reports farebbe ben sperare sull'utilizzo di uno spray nasale ai probiotici che servirebbe soprattutto a ridurre i sintomi.

La ricerca parte dalla scoperta che un ceppo di lattobacilli, ovvero batteri che popolano la tua flora intestinale e genitale allo scopo di proteggerti dall'attacco di microorganismi esterni, si è evoluto in modo da riuscire a sopravvivere anche nel tuo naso. Il problema, però, è che chi soffre di sinusite cronica, cioè che dura più di 90 giorni, ha una carenza proprio di questi batteri.

Nello specifico, gli autori dello studio hanno scoperto che le persone sane presentavano fino a 10 volte il numero di lattobacilli di chi era malato. Un risultato ottenuto analizzando la popolazione delle vie aeree superiori di 225 pazienti con rinosinusite cronica e di altri 100 individui senza questo disturbo. Inoltre, questo ceppo specifico è dotato di fimbrie, delle strutture presenti sulla loro superficie che gli permettono di attaccarsi alle cellule della mucosa che riveste l'interno del naso.

I lattobacilli contenuti nello spray hanno dimostrato di sopravvivere nel naso e di non dare effetti indesiderati

A questo punto, i ricercatori hanno provato a spruzzare uno spray nasale a base di lactobacilli a 20 volontari sani per due volte al giorno. L'esperimento è proseguito per due settimane ed è emerso come i batteri resistevano in quell'ambiente e non producessero alcun effetto indesiderato.

Alcuni pazienti potrebbero dunque essere aiutati dall'introduzione di nuove forze per contrastare la sinusite, ma serviranno ancora altri studi prima che questa terapia possa venire validata definitivamente.

Fonte| "Lactobacilli Have a Niche in the Human Nose", pubblicato su Cell Reports il 26 maggio 2020

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.