Un nuovo farmaco contro l’influenza ora è stato approvato anche per la sua prevenzione

Si chiama baloxavir marboxil e nel 2018 era stato approvato dall’FDA per il trattamento dei sintomi dell’influenza per le persone con più di 12 anni di età e senza complicanze. Due studi hanno poi dimostrato che riusciva anche a evitare lo sviluppo della malattia nei contatti stretti di soggetti infetti.
Giulia Dallagiovanna 25 Novembre 2020
* ultima modifica il 29/11/2020

Mentre ancora non vi sono dati ufficiali e definitivi su quanto stia circolando l'influenza in questo autunno 2020, una buona notizia arriva dall'FDA (Food and Drug Administration): è stato ampliato l'utilizzo di un farmaco contro questo virus e da oggi potrà essere utilizzato anche in forma preventiva. Si chiama baloxavir marboxil e dal 2018 è previsto per il trattamento della malattia acuta quando non sono presenti complicazioni. È indicato in particolare per i pazienti dai 12 anni di età in avanti e che abbiano mostrato i sintomi da non più di 48 ore. A partire da ora potrà essere somministrato anche ai contatti stretti di persone ammalate, per evitare o bloccare sul nascere l'infezione.

La decisione è arrivata dopo i risultati di due studi ai quali hanno partecipato contatti di stretti di persone affette da influenza: nel primo erano 607 e nel secondo 752. In entrambi i casi i volontari sono stati divisi in due gruppi, in modo che una metà ricevesse il baloxavir, mentre l'altra metà un placebo.

Solo l'1,9% delle persone che hanno assunto il farmaco ha poi sviluppato l'influenza

In quello pubblicato sul New England Journal of Medicine, è emerso che solo l'1,9% di chi aveva assunto il farmaco aveva poi sviluppato l'influenza, contro il 13,6% di chi poteva contare solo su un placebo. Conclusioni molto simili alla ricerca citata direttamente dal sito dell'FDA, dove le cifre sono di nuovo dell'1% contro un 13%.

Date queste evidenze, si è quindi deciso di ammettere il baloxavir anche all'interno della profilassi e non solo della cura.

Ricorda sempre, però, che la miglior forma di prevenzione contro questo virus è il vaccino, soprattutto se appartieni a una delle categorie di persone più fragili o a rischio a causa del lavoro che svolgi. Se però non sei riuscito a ottenere questa immunizzazione, esiste da oggi una nuova possibilità per evitare la malattia e non incorrere nemmeno nelle sue complicanze. Naturalmente, sotto stretta prescrizione del tuo medico di famiglia.

Fonti| FDA; "Baloxavir Marboxil for Prophylaxis against Influenza in Household Contacts" pubblicato sul New England Journal of Medicine il 23 luglio 2020

Contenuto validato dal Comitato Scientifico di Ohga
Il Comitato Scientifico di Ohga è composto da medici, specialisti ed esperti con funzione di validazione dei contenuti del giornale che trattano argomenti medico-scientifici. Si occupa di assicurare la qualità, l’accuratezza, l’affidabilità e l’aggiornamento di tali contenuti attraverso le proprie valutazioni e apposite verifiche.
Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.