Urine torbide: quali sono le possibili cause di questo problema

Potresti averlo notato ed esserti allarmato: un cambio di aspetto delle tue urine che da cristalline hanno assunto una colorazione più scura e torbida. Significa sicuramente che all’interno del liquido è presente del materiale estraneo come pus, sangue o batteri. Ma proviamo a capire meglio quali possano essere le cause.
Valentina Danesi 26 Settembre 2021
* ultima modifica il 26/09/2021

Ti è mai capitato di notare che le tue urine non erano cristalline ma avessero un colore scuro e opaco? Si parla in questi casi di urine torbide e l'anomalia può essere dovuta alla presenza di materiali lipidici, sangue, batteri o pus. Come potrai immaginare, è necessario indagare sulle cause per capire quale sia il problema, se sia il caso di preoccuparsi e soprattutto come intervenire. Cerchiamo di vederci chiaro insieme.

Cosa sono

Quando si parla di urine torbide ci si riferisce a un cambio di aspetto. Non saranno più quindi né limpide né cristalline, ma appariranno piuttosto scure e quasi opache. Di solito questo "colore", che può avere numerose cause è dovuto alla presenza di pus, cristalli, batteri, sangue o materiale lipidico. Questo significa, nel concreto, che è molto probabile la presenza di un'infezione o un'infiammazione nel tuo tratto urinario. Non a caso potresti aver avvertito dolore o difficoltà nella minzione.

Le cause 

Le cause delle urine torbide naturalmente sono diverse. Una prima lista di patologie associate a questo sintomo può essere:

  • calcoli renali
  • cistite
  • diabete
  • gonorrea
  • insufficienza renale
  • prostatite
  • uretrite

Cosa fare?

Il primo consiglio che ti possiamo dare, se noti le caratteristiche di cui ti abbiamo parlato poco fa nelle tue urine, è di chiedere sempre consulto al medico. Questo perché con una semplice anamnesi può già intuire quale sia il problema. Lui, o lei, ti prescriverà poi l’esame delle urine e l’urinocoltura in modo tale da avere conferma della causa e scegliere una cura ad hoc per il tuo problema.

Fonte| Humanitas 

Le informazioni fornite su www.ohga.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.