A Nuova Delhi le persone tornano ad ammirare il cielo azzurro: nella capitale indiana non è un evento così scontato

Il cielo azzurro, in una città fortemente inquinata come Nuova Delhi non è un evento che si ripete spesso. L’inquinamento, infatti, genera uno strato grigio che impedisce di godere appieno delle belle giornate di sole, soprattutto in alcuni periodi dell’anno.
Alessandro Artuso 9 aprile 2020

L'India è uno dei Paesi più inquinati al mondo, ma il blocco deciso per evitare contagi da Coronavirus ha fermato il tasso di polveri sottili che rendono l'aria quasi irrespirabile. Nella capitale Nuova Delhi il cielo ora appare azzurro e non è una cosa di poco conto, perché nel Paese l'inquinamento rende spesso tutto grigio e arriva a nascondere questo elemento naturale.

Le città in India sono deserte e le fabbriche chiuse. Lo smog quindi si riduce e assieme ai fumi inquinanti che non vengono più emessi permettono a Nuova Delhi – abitata da oltre 16 milioni di persone – di far vedere ai suoi cittadini il cielo sereno, arrivando a potersi anche gustare le stelle di notte.

Un ex giocatore di cricket indiano, Harbhajan Singh, ha postato sul profilo Twitter le immagini del cielo azzurro e all'orizzonte le cime innevate dell'Himalaya. Un evento più unico che raro in uno dei posti maggiormente inquinanti di tutto il mondo: l'uomo ha mostrato da casa sua le alte vette con la neve. Tanta meraviglia per un evento accaduto in un periodo buio, forse il più catastrofico dopo la Seconda guerra mondiale, da cui bisognerà ripartire non appena le condizioni lo permetteranno.