Acqua trekking, un’avventura tonificante nella natura

Dei percorsi guidati con arrampicate, camminate e nuotate nell’acqua o nelle sue vicinanze.
Gianluca Cedolin 11 giugno 2020

Esplorare la natura e restare a contatto con le sue meravigliose risorse fa bene al corpo e allo spirito, e in Italia abbiamo infiniti luoghi da scoprire. D'estate, tuttavia, il caldo a volte ci fiacca e muoverci all'aperto diventa faticoso. Per fortuna, negli ultimi anni si sta sviluppando molto una pratica perfetta per vivere delle avventure divertenti, salutari e rinfrescanti nell'estate italiana: l'acqua trekking, di cui vogliamo parlarti oggi.

Cos’è

Si tratta di un’attività outdoor che prevede delle escursioni in acqua o comunque vicino all’acqua. Si può fare sia in acqua salata che dolce: la seconda, tra fiumi, laghi e torrenti, è decisamente più diffusa e spettacolare. Prevede camminate, salti, tuffi, nuotate, arrampicate attraverso corsi d’acqua immersi nella natura, ma non ti spaventare: quasi tutti i percorsi sono a misura di famiglia e sei sempre seguito da una guida esperta. Con una piccola semplificazione, possiamo definire l’acqua trekking un canyoning (o torrentismo) alla portata di tutti.

I benefici

I pregi di questa attività sono tantissimi, a cominciare dalla bellezza degli scenari, tra canyon, cascate, foreste, e torrenti che scorrono in luoghi quasi incontaminati. L’avventura è adrenalinica e rilassante allo stesso tempo, e dal punto di vista della salute ci sono moltissimi studi che hanno evidenziato i benefici di un contatto ravvicinato con la natura. L’acqua fredda, poi, sappiamo tutti che tonifica.

Dove farlo in Italia

L’acqua trekking come attività è nato in Francia, ma iniziano a esserci molti percorsi appositi anche in Italia, che già ne ha tantissimi dedicati al canyoning, al rafting e alle passeggiate fluviali. Delle belle escursioni si possono fare nel parco nazionale del Pollino, in Calabria, organizzate dalla Asd Pollino Discovery, con base a Vigianiello, che prevede giri di diversa durata e difficoltà. In Toscana invece un emozionante acqua trekking è quello delle Strette di Cocciglia, delle gole calcaree a Bagni di Lucca, curato dall’associazione RaftingH2O.