Alla scoperta del parco nazionale dei Laghi di Plitvice, una delle perle più preziose della Croazia

Immersi in un’area protetta che si estende per circa 33 mila ettari e che è stata riconosciuta patrimonio dell’umanità dall’Unesco, i 16 laghi di Plitvice attraggono ogni anno un grande numero di visitatori. Il motivo è presto spiegato: la cornice naturalistica di questo luogo lascia senza fiato.
Federico Turrisi • 24 Luglio 2021

Recarsi ai laghi di Plitvice, in Croazia, significa ritrovarsi di fronte a un autentico spettacolo della natura. Impossibile resistere al fascino delle sue acque turchesi e delle sue cascate, delle forme carsiche e dei boschi che avvolgono l'area. Non è un caso che il parco nazionale dei Laghi di Plitvice sia stato inserito nel 1979 nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'Unesco e che sia diventata ormai una delle mete turistiche più gettonate della Croazia. Ma che cosa rende unico questo luogo? Andiamo a scoprirlo meglio.

Descrizione

Il parco occupa una superficie di circa 33 mila ettari e comprende 16 laghi, posti uno di seguito all'altro e collegati tra loro da una serie di cascate. Il primo si trova a un'altitudine di 639 metri, l'ultimo a 506. Va detto anche che si tratta di bacini lacustri piuttosto profondi (il lago Kozjak, per esempio, arriva a 47 metri di profondità).

La loro origine è da ricondurre all’azione dei fiumi Bijela e Crna (fiume bianco e fiume nero, in croato), che confluiscono nel fiume Korana. Le loro acque sono ricche di sali calcarei, soprattutto carbonato di calcio e carbonato di magnesio, provenienti dall'erosione delle rocce calcaree e dolomitiche. La vegetazione riesce a far condensare questi sali calcarei dando origine a degli strati di travertino, una roccia sedimentaria recente, che creano degli sbarramenti per l'acqua, formando i laghi. Tra l'altro, queste dighe naturali di travertino crescono ogni anno di un centimetro circa.

Non dobbiamo dimenticarci in fondo che il parco si trova in una vasta area carsica delle alpi Dinariche, e che proprio le caratteristiche geologiche peculiari della zona rendono questo luogo così suggestivo. All'interno del parco nazionale dei Laghi di Pltivice sono stati censiti ben 114 siti carsici di rilievo speleologico, tra canyon e grotte nascoste percorse da piccoli ruscelli sotterranei.

I boschi del parco ospitano inoltre una biodiversità straordinaria, tra cui diverse specie protette: dall'orso bruno al lupo passando per la rarissima lontra. Ma poi qui trovano il loro habitat più di 150 specie di uccelli e oltre 300 di insetti lepidotteri, tra farfalle e falene.

Dove si trovano

Come abbiamo detto prima, i laghi di Plitvice si trovano in Croazia, a circa 140 chilometri di distanza dalla capitale Zagabria. Più nel dettaglio, il territorio della riserva naturale che li ospita si trova per il 90% nella regione della Lika e di Segna e per la parte restante nella regione di Karlovac. I laghi sono facili da raggiungere anche dal nostro Paese: in automobile da Trieste sono poco più di tre ore e mezzo.

Percorsi

Il parco nazionale dei laghi di Plitvice è percorso da una fitta rete di sentieri attrezzati per passeggiate. Molti di questi si presentano come delle passerelle di legno che serpeggiano lungo le sponde dei laghi e che permettono di ammirare la bellezza di questo luogo in tutto il suo splendore, dando la sensazione di essere quasi sospesi sull'acqua.

Sul lago più grande, ovvero quello di Kozjac, è possibile anche spostarsi in battello. Per chi vuole c'è la possibilità di noleggiare delle biciclette, o ancora, si può andare alla scoperta del parco a bordo dei trenini panoramici.

Consigli

Il parco è aperto tutto l'anno, ma secondo noi la stagione migliore per ammirarlo è la primavera, quando le cascate e i laghi abbondano d’acqua. Certo, anche l'autunno è in grado di riservare grandi emozioni, quando i boschi si tingono di colori caldi. Dato il notevole afflusso di turisti, ti consigliamo di prenotare con un certo anticipo i biglietti e di alloggiare in un albergo vicino all'ingresso per i laghi, così da essere subito pronto per entrare prima dell'arrivo della ressa di visitatori. Nel caso, potresti valutare anche una sistemazione nei villaggi circostanti, dove è possibile trovare camere private affittate dagli abitanti.