Ambientalisti famosi: cinque persone che hanno lottato per salvare l’ambiente

Da Leonardo Di Caprio a Theodore Roosevelt, cinque storie di persone che hanno dato tanto per l’ambiente, e soprattutto che hanno dato il buon esempio dimostrando che, il nostro Pianeta, lo dobbiamo proteggere sempre, e che i risultati prima o poi arrivano.
Sara Del Dot 11 febbraio 2019

Cinque persone diverse, con percorsi diversi, vissute in periodi diversi, ma con un grande comune denominatore. La volontà di battersi per la salvaguardia dell’ambiente, per lasciare ai propri figli un luogo sano e protetto in cui vivere. Ecco cinque storie di persone che si sono contraddistinte per la loro spiccata attitudine ambientalista, e che dovremmo solo ringraziare.

Rachel Carson

Più avremo chiare le meraviglie e le realtà dell’universo che ci circonda, meno gusto troveremo nel distruggerlo.

Rachel Louise Carson è stata una zoologa e biologa americana. Ha lavorato per diversi anni come giornalista, sempre mantenendo viva la sua passione per l’ambiente e la natura cercando di salvaguardarla facendo servizio pubblico, cercando di cambiare le cose su larga scala, in un’epoca in cui le leggi, l’ambiente, non sapevano nemmeno cosa fosse. Proprio a causa dell'inquinamento causato dai pesticidi nei campi, che uccide silenziosamente posandosi sulle case e disperdendosi nell'atmosfera, Rachel inizia a fare ricerche e scrivere un libro a a puntate a riguardo, aiutata di nascosto da diversi amici e ricercatori, pubblicato poi sul New York Times nel 1962. Con il suo libro denuncia, Primavera Silenziosa, si può dire che abbia visto la luce il movimento ambientalista, nel senso più generale del termine: un gruppo di persone che si mobilitano per denunciare danni all’ambiente e salvaguardare il Pianeta da inquinamento indiscriminato che fa del male, oltre che alla natura, anche alle persone. Primavera silenziosa divenne subito un best-seller, e portò a grandi cambiamenti per la salvaguardia dell’ambiente: leggi contro l’inquinamento, fondazione dell’Agenzia per la protezione dell’ambiente e dell’Agenzia per la ricerca sugli oceani e l’atmosfera.

Al Gore

La scelta ci fa paura, ed è potenzialmente eterna. È nelle mani della generazione attuale: una decisione a cui non possiamo sottrarci; e una scelta di cui ci pentiremo o ci rallegreremo per tutte le generazioni future.

Al Gore è stato un politico americano, oltre che Premio Nobel per la Pace 2007. Si è sempre posto in prima linea per quanto riguarda tematiche ambientali, sia con campagne personali sia attraverso la stesura di libri e la produzione di film come il più famoso, "Una scomoda verità", uscito nel 2006, che si è aggiudicato l’Oscar come miglior documentario. Nel 2004 ha fondato la Generation Investments Management, un’agenzia di management che promuove prodotti finanziari equi e sostenibili, e qualche anno dopo ha messi in piedi l’Alleanza per la protezione del clima. Ma non è finita qui. In seguito al successo di “An Inconvenient Truth”, nel 2007 Gore organizza Live Earth, una serie di concerti in tutto il mondo per espandere quanto più possibile la sensibilità rispetto alle tematiche ambientali che gli stanno tanto a cuore.

Chico Mendes

Politico, sindacalista e ambientalista brasiliano, il suo vero nome era Francisco Alves Mendes Filho. Fu raccoglitore di caucciù, e Segretario generale del Sindacato dei lavoratori rurali di Brasileia. Perché ambientalista famoso? Perché lottò con tutte le sue forze contro il disboscamento della foresta amazzonica, riuscendo ad unire nella sua lotta tutti gli abitanti delle foreste, i contadini e i lavoratori raccoglitori di caucciù. Lo scopo era quello di creare delle riserve estrattive gestite soltanto dai lavoratori e abitanti locali, che nessun altro potesse toccare, salvaguardando sia il lavoro di quelle persone, sia la foresta da una distruzione indiscriminata. Nel 1987 le Nazioni Unite lo definirono uno dei più influenti difensori della natura, conferendogli il premio Global 500 dell’Unep. Chico fu assassinato l’anno successivo, e con la sua morte il problema del disboscamento della foresta amazzonica fu reso noto in tutto il mondo.

Erin Brockovich

Grazie al suo temperamento determinato e soprattutto a un film sulla sua storia in cui è stata interpretata da Julia Roberts, Erin Brockovich è diventata celebre per aver denunciato l'industria Pacific Gas & Electric Company, considerata responsabile della contaminazione delle falde acquifere di Hinkley, una cittadina californiana. Erin, che lavorava in uno studio legale, vinse la causa ambientale più difficile fino ad allora affrontata in un tribunale, e ottenne per diverse centinaia di cittadini un cospicuo risarcimento.

Leonardo Di Caprio

L’encomiabile impegno di Leonardo Di Caprio per salvare il Pianeta lo conosciamo ormai tutti. Dall’acquisto di un’isola intera per salvare le mangrovie dalla deforestazione, alla sua Fondazione che raccoglie milioni e milioni di dollari da investire nella salvaguardia dell’ecosistema, fino alle donazioni a enti come WWF, la volontà di vivere in un grattacielo sostenibile, la produzione di film e documentari sempre su tematiche ambientali.