Arrestato Joaquin Phoenix: l’attore di “Joker” protestava contro i finanziamenti ai combustibili fossili

L’attore, che di recente ha ricevuto un Golden Globe, si trovata assieme ad alcuni manifestanti, tra cui altre celebrità come Jane Fonda e Martin Sheen, sulle scale del Campidoglio, a Washington, e protestava contro i finanziamenti a industrie che fanno uso dei combustibili fossili.
Sara Del Dot 14 gennaio 2020

Stava protestando contro le banche e le aziende che elargiscono finanziamenti a industrie che fanno uso di combustibili fossili assieme a un centinaio di attivisti per il clima tra cui altri attori celebri che hanno a cuore la causa. Qualche giorno fa Joaquin Phoenix, che forse conosci meglio come l’attore protagonista di “Joker”, è stato arrestato sulle scale del Campidoglio, a Washington, dove stava manifestando al fianco di colleghi come Martin Sheen (anche lui arrestato), Susan Sarandon e Jane Fonda, fondatrice del movimento Fire Drill Fridays ispirato a Greta Thunberg e già finita in manette più volte, anche nel giorno del suo compleanno.

Proprio come loro Joaquin Phoenix, che di recente ha ricevuto un Golden Globe per la sua performance cinematografica, ha deciso di mettersi in gioco in prima persona per una battaglia a lui cara come quella a favore del clima, promossa ogni venerdì da 14 settimane. Nel corso dell’ultimo appuntamento, l’attore ha preso la parola incentivando gli ascoltatori a consumare e acquistare cibo in modo più consapevole e responsabile, perché quella alimentare è una delle poche scelte che possono essere praticate in prima persona. Con la sua presenza e il suo attivismo, Phoenix ha scelto di assumersi una responsabilità e tutti i rischi che ne conseguono, come appunto l’arresto. Ma, sebbene il più celebre, non è l’unico. Al suo fianco, sono stati fermati altri 147 manifestanti.