Avanzi delle saponette: 3 modi per trasformarli in nuova materia prima

La saponetta è un’alternativa ecologica alla classica confezione di sapone per le mani. Eppure, una volta diventata piccolissima è difficile trovarle un impiego. Puoi però fare in modo che diventi nuova materia prima per creare in casa un prodotto nuovo.
Sara Del Dot 2 novembre 2019

Utilizzare la saponetta al posto della classica confezione in plastica di sapone liquido è un ottimo modo per evitare la produzione di packaging e rifiuti difficili da riciclare. Tuttavia, una volta arrivata alla fine del suo utilizzo anche la saponetta ecologica può trasformarsi in un residuo che non sai come gestire. Eppure ci sono diversi modi in cui puoi impiegare i rimasugli delle tue saponette per evitare di abbandonarle o gettarle via.

Innanzitutto puoi ridurre gli scarti in pezzettini ancora più piccoli e farli sciogliere a bagnomaria, trasformandoli in nuova materia prima per nuove, piccole saponette. In secondo luogo, poi unire vari pezzi di diversa origine scaldandoli e pressandoli tra loro, ottenendo una nuova saponetta grande. Infine, puoi grattugiare i tuoi scarti di sapone, farli bollire in acqua calda e ottenere un sapone liquido fatto in casa.