Beeswax wrap: cos’è e perché dovresti usarla (risparmiando e diventando più green)

Se vuoi diventare plastic-free, una delle prime cose che dovresti abbandonare è la pellicola per alimenti: sostituiscila in questa maniera con la beeswax wrap, la carta con cera d’api per avvolgere gli avanzi.
Sara Polotti 16 Gennaio 2022

Tra gli strumenti usa e getta più usati in cucina troviamo di certo la pellicola per alimenti. Comoda e versatile, non è di certo ecologica: si tratta di una pellicola in plastica che, alla fine, buttiamo dopo pochi minuti o pochi giorni, consumandone rotoli e rotoli senza nemmeno rendercene conto. A volte, poi, ci si ritrova a buttarla nell'indifferenziato, per evitare una piccola fatica oppure perché troppo sporca per essere differenziata.

Se ti stai chiedendo come ovviare al problema della pellicola per alimenti, evitando un inutile spreco di plastica, la risposta si chiama beeswax wrap: si tratta di fogli in tessuto trattati con cera d'api che sostituiscono alla perfezione la pellicola, senza tuttavia venire buttati dopo l'uso. Ecco quindi tutto ciò che devi sapere sulla carta di cera d'api per conservare gli alimenti: perché dovresti comprarla e come utilizzarla.

Cos'è la beeswax wrap e come usarla in cucina

Cos'è la beeswax wrap

I fogli lavorati con cera d'api sono una delle frontiere per combattere lo spreco dell'usa e getta: si tratta di fogli in tessuto, di diverse dimensioni e fogge, coperti da un sottilissimo strato di cera d'api (beeswax, appunto), che li rende malleabili e richiudibili su se stessi. Grazie alla versatilità di questi involucri, puoi così avvolgere gli avanzi o chiudere piatti e ciotole evitando di usare i fogli di pellicola che, al contrario di queste beeswax wrap, poi butterai nel cestino. Essendo in tessuto e cera d'api, infatti, questi ritagli possono poi venire lavati in maniera semplice, per essere riutilizzati fino a quando la cera eseguirà il suo compito.

Una volta che questa perderà attrito, risultando meno appiccicosa e quindi meno performante, basterà sciogliere nuova cera sul foglio per ottenere nuovamente un involucro perfettamente utilizzabile. Come? Compra della cera naturale solida, quindi procedi in questa maniera:

Per cosa si utilizzano i fogli

I fogli con cera d'api sono ideali per conservare più a lungo gli avanzi, ma anche i cibi freschi come la frutta e la verdura.

Soprattutto, puoi usarli per gli alimenti duri, come i finocchi, le mele (anche a metà), le verdure, i formaggi stagionati, le ciotole contenenti creme o timballi, frittate avanzate…

La beeswax wrap, tuttavia, è meno indicata per i cibi molli e morbidi, come il gorgonzola o la ricotta, per esempio.

Come utilizzarla

In base all'alimento, puoi scegliere di usare la beeswax wrap come preferisci. Per esempio, puoi coprire il piatto con gli avanzi riponendolo poi in frigorifero, oppure chiudere un foglio piccolo attorno al picciolo delle banane per evitare che si anneriscano, o ancora avvolgere i formaggi duri (non quelli molli!), chiudere le ciotole o racchiudere in un foglio di cera d'api il sandwich per il lavoro o per il picnic che hai in programma.

L'importante è che tu pieghi come preferisci il foglio, scaldandolo poi con il calore delle mani e modellandolo, in modo che la cera si attivi e incolli i lembi.

Dopodiché, una volta usata la beeswax wrap basterà lavarla sotto acqua calda con un detergente delicato ed ecologico per piatti, asciugandola bene prima di ripiegarla.