Cachi sott’olio: falli sbollentare in padella e poi riempi i barattoli

Hai mai provato i cachi sott’olio? Un modo per conservarli e gustarli tutte le volte che vuoi.
Video Tutorial 17 Settembre 2022

I cachi, con il melograno, sono il vero frutto per eccellenza dell’autunno. Di solito si consumano a crudo come fine pasto ma se volessimo preparare una conserva agrodolce per sfruttarli come accompagnamento per formaggi o salumi, ecco quello che stavamo cercando!

INGREDIENTI:

  • 6 cachi duri
  • Un cucchiaio di sale grosso
  • 1l Aceto
  • 1l Vino bianco
  • Bacche di ginepro
  • Anice stellato
  • Foglie di menta
  • Olio di semi di girasole

PREPARAZIONE:

  1. Per prima cosa andiamo a lavare i cachi sotto acqua corrente. Poi tagliamoli a metà, leviamo il picciolo e la parte bianca che rimane molto amaro e teniamolo da parte.
  2. Poi andiamo a tagliarli a spicchi di circa mezzo centimetro. Nel frattempo prendiamo una pentola e mettiamola sul fuoco. Aggiungiamo l’aceto, il vino e il sale grosso. Portiamo a bollore e proseguiamo facendo sbollentare i cachi una metà alla volta. Dal momento del bollore facciamo cuocere 3 minuti e poi possiamo scolarli.
  3. Prendiamo un canovaccio pulito e distendiamoceli sopra lasciandoli così ad asciugare per circa 3 ore. Copriamoli con un altro canovaccio. Adesso possiamo invasarli. Prepariamo dei vasetti sterilizzati in acqua bollente per 20-25 minuti (compreso il tappo) poi li togliamo dall’acqua e li facciamo asciugare su un canovaccio pulito. Ora possiamo invasare.
  4. Disponiamo un cucchiaino di sale grosso sul fondo e poi aggiungiamo qualche fetta di cachi. Poi possiamo iniziare ad aggiungere degli aromi. Noi abbiamo scelto anice stellato, bacche di ginepro e foglie di menta.
  5. Solo alla fine aggiungiamo anche l’olio di semi di girasole fino a riempire del tutto la conserva. Pressiamo leggermente e poi possiamo aggiungere altro olio. Ora possiamo chiudere i vasetti e stringerli bene e si conserveranno per tutto l’anno!