Colletto fai da te: 3 modi per realizzare un colletto-gioiello per impreziosire i tuoi outfit

Se vuoi essere alla moda e stupire tutti con un dettaglio prezioso, il colletto DIY non può mancare nel tuo armadio: puoi realizzarlo con le tue mani partendo da materiali di riciclo e il risultato è un accessorio imperdibile per tutte le stagioni (e tutte le mise).
Sara Polotti 27 Marzo 2021

Tendenza dell'ultimo periodo, in fatto di moda, sono i colletti importanti, ampi e decorati, che arricchiscono con eleganza le magliette più basic. Realizzandone uno con le tue mani farai del bene alla Terra (puoi usare materiali di riciclo senza acquistarlo apposta) e alle tasche, perché in questo modo potrai impreziosire capi che altrimenti ti sembravano noiosi, e che avresti scartato.

Ecco quindi tre modi per realizzare un colletto fai da te per tutte le occasioni.

Come realizzare un colletto fai da te

Senza cuciture

Procurati uno scampolo o un ritaglio di una stoffa pesante come l'ecopelle, che non sfilaccia sui bordi. Taglialo secondo il cartamodello, fai dei buchino alle estremità e aggiungi al centro un bottone importante e in alto una vecchia catenella, che ti permetterà di aprire e chiudere il colletto proprio come una collana.

Da una vecchia camicia

Se nell'armadio hai una camicia vecchia e rotta che non riesci proprio a buttare (ma nemmeno a indossare!), sfruttala tagliando il colletto e impreziosendolo con un bottone-gioiello.

Il colletto ricamato

Per realizzare questo colletto ricamato ti servirà un ritaglio di un vecchio tessuto, del filo per ricamo, un ago, il cerchio per ricamare e una forbice (oltre alla macchina da cucire). Realizza il cartamodello, trasferiscilo sul tessuto e, prima di tagliarlo, ricama il motivo che vuoi. Una volta terminato il ricamo, taglia il tessuto, cuci i vari pezzi al contrario aiutandoti con la macchina da cucire (senza dimenticare il nastro per legare il colletto) e rovescialo. Stiralo bene e indossalo su un capo noioso per renderlo più elegante.