Come attraversare da est a ovest il Tirolo, percorrendo a piedi il Sentiero dell’aquila

Solo immaginare le cascate, gli specchi d’acqua e le vallate che si possono incontrare percorrendo il Sentiero dell’aquila, verrebbe già voglia di mettersi in cammino. Sono 33 le tappe per coprire 413 km e 31mila metri di dislivello, ma volendo, si può optare per fare anche solo alcune tappe di pochi chilometri.
Gaia Cortese 25 Febbraio 2022

Centro chilometri da fare in 33 tappe attraverso le montagne del Tirolo orientale, in Austria. È il Cammino o Sentiero dell’aquila, il cui tracciato ricorda proprio la sagoma stilizzata della cosiddetta regina dei cieli. Alzando lo sguardo al cielo durante il percorso, infatti, non è detto che sia impossibile scorgere questo rapace volare in alta quota.

Nell’area del Tirolo orientale, tra Italia e Austria, sono numerose le aquile che nidificano e volano libere tra le vette del Parco Nazionale Alti Tauri, un vero paradiso per chi rimane incantato davanti ad un tipico paesaggio montano. Con i ghiacciai più grandi delle Alpi Orientali, le montagne più alte dell'Austria e gli Alti Tauri, l'Osttirol ospita circa 250 Tremila, sovrastati dal 3.798 metri del Grossglockner.

Il Parco Nazionale degli Alti Tauri è sicuramente la più grande zona protetta delle Alpi e colpisce per la sua natura incontaminata. Non solo. Questi luoghi meritano di essere visitati per la bellezza della cultura contadina che si respira pienamente nei numerosi rifugi e masi che si incontrano lungo i percorsi.

Il Sentiero dell’aquila consente di attraversare tutto il Tirolo a piedi da est a ovest, fino a raggiungere la regione dell’Osttirol. In tutto sono 33 le tappe, di cui 24 si sviluppano sul tracciato principale, mentre le altre nove sulla variante alpina. In totale il percorso copre 413 km, con 31mila metri di dislivello e percorsi di varia difficoltà, ma adatti anche a chi si avvicina al trekking per la prima volta.

Lungo il Sentiero dell’aquila ci sono poi i cosiddetti occhi d’aquila. Sono otto in tutto e sono un mix tra i più tradizionali binocoli e i moderni smartphone che riportano i nomi delle montagne e le informazioni sui versanti del cammino in modalità digitale.

Ogni tappa del Sentiero dell'aquila ha la propria bellezza e ce ne sono alcune che meritano di essere segnalate, come quella che copre il percorso che va da Ströden a Matrei con una vista mozzafiato sulle imponenti Cascate di Umbal che si trovano nel Parco Nazionale degli Alti Tauri al termine della verde valle di Virgen. Non solo, presso le cascate si trova il primo sentiero didattico in tutta Europa dedicato all'acqua, inaugurato nel 1976.

Cascate di Umbal

C'è poi una tappa un po' più impegnativa che porta alla regina delle montagne austriache, il Grossglockner, citato poco sopra, con il suo particolare ghiaccio in movimento, dovuto a un lieve movimento del ghiaccio verso il basso per la forza di gravità.

Chi non volesse affrontare il Cammino dell'aquila per tutta la sua lunghezza, è possibile percorrere anche solo una tappa, adatta al proprio livello di preparazione fisica. In questo caso, la cosa migliore da fare è consultare il sito ufficiale del turismo del Tirolo e, in particolare, le pagine che descrivono il Sentiero dell’aquila: chiaro che riportano per ogni sentiero la lunghezza, il dislivello e l’altitudine.