Come coltivare i bulbi di dalia in vaso e in giardino

In estate le dalie sono i fiori ideali per riempire di colore il tuo giardino o il tuo balcone di casa. Questa pianta cesce bene sia in vaso che in terra piena, ma occorre trovare il terriccio più adatto e innaffiare con regolarità, evitando i ristagni idrici.
Gaia Cortese 5 Agosto 2020

Originaria del Messico e importata in Europa nel XVII secolo, la dalia (dahlia) è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Asteracee, una bulbosa che ti sorprenderà con i suoi fiori a palla, a margherita, a pompon, doppi, globosi o semplici.

Fiorisce durante l’estate in tutte le sue numerose varietà e i colori dei suoi fiori possono variare dal giallo al rosso, in una moltitudine di sfumature e screziature. Le sue foglie di colore verde intenso sono grandi e dai bordi seghettati, mentre il suo stelo varia a seconda della varietà. si tratta di un fiore appropriato per dare un po' di colore al tuo balcone o per abbellire una siepe o una bordatura in giardino.

Coltivare la dalia in giardino

In giardino la dalia ha bisogno di poco spazio. Scegli tuttavia una posizione soleggiata affinché la dalia riceve raggi solari per gran parte della giornata. La scelta importante da fare è quella legata al terriccio che deve essere fresco e ricco di nutrienti.

Si tratta di una bulbosa, quindi per coltivarla dovrai procurarti dei bulbi di qualità e interrarli tra marzo e maggio a una profondità compresa tra i 10 e i 15 centimetri. Tra un bulbo e l’altro lascia una distanza di 80-120 cm per le varietà di dalia più alte, 50-80 cm per le varietà medie e 30-40 cm per le varietà nane.

Quanta acqua? Le innaffiature per la dalia devono essere frequenti e abbondanti, soprattutto nel periodo della fioritura, ma attenzione ai ristagni idrici che possono danneggiare la pianta.

Coltivare la dalia in vaso

La dalia può essere coltivata anche in vaso o in una fioriera. Il vaso deve essere abbastanza profondo per accogliere il bulbo, che in questo caso si pianta a circa 5 centimetri di profondità.

Scegli un terriccio arricchito con concime organico che contribuisca alla crescita della pianta nelle prime fasi del suo sviluppo. Aggiungi poi uno strato di sabbia sul fondo del vaso in modo da drenare l’acqua ed evitare il rischio di ristagni. In autunno sposta la tua pianta in un luogo del terrazzo che sia riparato e innaffia la pianta solo quando vedi che il terreno è asciutto. Aggiungi sempre anche del concime liquido da spargere al momento dell’innaffiatura.

Malattie e parassiti

Come abbiamo visto, la dalia teme in particolare i ristagni idrici perché creano le condizioni ideali per lo sviluppo di parassiti, come gli afidi. Di solito le larve di piccoli parassiti dimorano tra i fiori, quindi fai molta attenzione e dai un occhio alla tua pianta di tanto in tanto.

I pericoli non finiscono qui. L'eccesso di umidità nell’habitat della pianta può scatenare anche il cosiddetto mal bianco, vale a dire l’oidio, una malattia che viene scatenata dalla presenza di alcuni funghi.